Gianni Vita

 

RELIGIONI e COINCIDENZE:

TRASCINAMENTO, SINCRETISMO O MOTIVI PROFONDI?

 

copertina di "Religioni e coincidenze" di Gianni Vita

 

© Prima edizione  ottobre 2012 - Rev. 7 - 10/8 /2016

 

 

INDICE

INTRODUZIONE

I PARALLELISMI

CONCLUSIONI

BIBLIOGRAFIA

________________________________________________________________________

 

INTRODUZIONE

 

      Nello studiare varie tradizioni religiose mi sono imbattuto in strane analogie, talora coincidenze strette che non mi sarei aspettato.
Per esempio dalla nostra istruzione catechistica dell'infanzia abbiamo appreso con meraviglia che Gesù fu  concepito dallo Spirito Santo e questo lo ha posto su un piedistallo particolare, come una delle dimostrazioni che Egli fosse l'unico figlio di Dio. Invece, leggendo qua e là, ho scoperto che non è stato il solo a godere di tale particolarità, ma quasi tutti i fondatori di religioni - molti assai prima di Lui - avevano avuto tale privilegio.

    Leggendo oltre, queste analogie si sono mostrate moltiplicate ai miei occhi, tanto da domandarmi se ciò fosse dovuto a:

 

 

 

I PARALLELISMI

 

    I parallelismi di cui mi occupo sono moltissimi e coinvolgono tante religioni, che confronto sopratutto col cristianesimo:

    Le principali tradizioni religiose considerate, a confronto con la tradizione giudaico-cristiana, sono (con indicazione dell'epoca approssimativa della loro nascita):

 

            LA CREAZIONE

   Secondo la tradizione biblica, Dio creò l'uomo, modellandolo col fango, ma questo risulta anche dalla tradizione dell'antico Egitto: Knuma modellò animali e uomo con la creta.

 

            IL PARADISO

    Il nome stesso di Paradiso viene dal persiano antico: "pairidaeza", che significa: "giardino recintato" ed il concetto di paradiso è comune a quasi tutte le religioni. Per inciso, lo stesso vale per gli angeli, noti a tutte le tradizioni, dall'antica Grecia, alla Mesopotamia, all'India, con vari nomi (akero, anghelos, sukkal, shedu, karibu, genio, daimon, mal'akh, fravasay, deva, ecc.) per lo più col significato di "messaggero" e caratteristiche varie (ali, vesti, colori, ecc.).

 

            IL PARADISO TERRESTRE

    La storia del paradiso terrestre e della cacciata dell'uomo, per disobbedienza, si trova anche nell'Islam; ma era già - in forma diversa - nella religione greca, col mito di Pandora, che fece cadere l'umanità felice nella condizione attuale, aprendo il famoso vaso, che conteneva tutti i mali, i quali, così, si sparsero nel mondo.

 

            IL DILUVIO

    La storia del diluvio universale è già presente nell'induismo, secondo cui Manu (il primo uomo) venne avvisato da un pesce dell'imminente diluvio e consigliato di costruirsi un'imbarcazione che lo avrebbe salvato; anche nel buddismo, nelle ben separate culture maya e azteca ed in quasi tutte le leggende del mondo abbiamo varie tradizioni sul diluvio.

 

            L'INCARNAZIONE DIVINA

    L'incarnazione divina, che ci è stata insegnata nel cristianesimo come fosse l'unico evento del genere nella storia dell'umanità, è invece normale e ricorrente nella tradizione vedica, secondo la quale Dio si incarna di era in era per aiutare l'umanità. Le principali manifestazioni umane sono: Rama, Krishna, Sai Baba e molte altre di grado diverso secondo le scuole yogiche.

    In sostanza si tratta del concetto di "Avatar": un'entità - libera da ogni legame karmico -  che, anziché godere le gioie dell'Aldilà, si offre spontaneamente di incarnarsi per aiutare i fratelli incarnati.

    Gli avatar possono essere di vario grado, secondo la loro evoluzione:

1) Nitya Avatara, che consiste nel vivere la vita di sempre individuando ciò che compete come proprio dovere e offrendo amore a tutti gli altri.

2) Vishesha Avatara: è l'incarnazione di coloro che si presentano al mondo con uno scopo ben preciso e, dopo averlo condotto a termine, si eclissano.

3) Avishesha Avatara - rappresenta uno stadio contemplativo pur in una dimensione corporea: è l'incarnazione di coloro che vivono una vita ordinaria dal punto di vista fisico, ma che celano in sé una coscienza divina.

4) Amsha Avatara, ed è di coloro che possiedono alcuni poteri divini e la visione di Dio, spronano i popoli al bene e mostrano loro il cammino. I santi sono quelli noti e celebrati.

5) Purna Avatara, che ha l'onnipotenza divina, una visione onnicomprensiva del tutto e con amore completo porta unità fra gli uomini.

 

            IL CONCEPIMENTO MIRACOLOSO

    Un avatar di livello elevato venne spesso concepito in modo miracoloso: senza congiunzione matrimoniale, talora addirittura da una vergine. La tradizione risale a millenni prima della venuta di Gesù; ecco alcuni dei molti esempi:

 

            IL NATALE

Il Natale è fissato al 25 dicembre, ma tale data, anche se specifica di una ben determinata religione, è essa stessa convenzionale. Si tratta del compleanno di Gesù, ma storicamente nessuno sa quando Gesù nacque: certamente non il 25 dicembre e non nel primo anno dell'era cristiana, ma  probabilmente il 28 dicembre dell'anno 6 avanti Cristo! (748 dalla fondazione di Roma).

            I primi cristiani festeggiavano l'anniversario del Natale il 25 aprile, poi il 24 giugno, infine il 6 gennaio. La data attuale del 25 dicembre  fu scelta attorno al 350 d.C. dalla Chiesa, per sostituire, nell'uso popolare una festa pagana: "i saturnali", in onore del dio Saturno, durante i quali si accendevano candele, si scambiavano doni, datteri e frutta secca, auguri e si giocava anche a soldi (da cui le usanze perpetuate). Il 25 dicembre si festeggiavano anche il dio persiano Mitra, il dio egiziano Osiride, il dio Tammuz babilonese e tanti altri, probabilmente perché poco successivo al solstizio d'inverno (21 dicembre) dopo il quale le giornate ricominciano ad allungarsi, promettendo un sole più splendente e favorevole alle colture.

 

            LE MANIFESTAZIONI NEONATALI DELL'INCARNAZIONE DIVINA

    Sappiamo che quando nacque Gesù, accaddero vari prodigi per celebrare l'evento: gli angeli cantarono, annunciando la nascita a dei pastori che dormivano a distanza e li condussero presso la grotta; i magi furono ispirati a mettersi in cammino per renderGli omaggio, eccetera. Analoghi eventi accaddero per altri avatar:

 

            LA STRAGE DEGLI INNOCENTI e PERSECUZIONI DI BAMBINI AVATAR

    La strage degli innocenti è sempre stata riguardata come un orrore eccezionale, perpetrato da un folle re.

    Purtroppo eventi analoghi accompagnarono altri avatar:

 

            L'ESILIO DELL'INCARNAZIONE DIVINA

    Conosciamo l'esilio patito dalla Sacra Famiglia in Egitto, per sfuggire alle minacce di Erode; analoga sorte fu riservata ad altri avatar:

 

            LE PERSECUZIONI DELL'INCARNAZIONE DIVINA e PROFETI

    Come avvenne per Gesù, vari altri avatar furono perseguitati ed uccisi; similmente accadde a tanti profeti, di cui diamo pochi esempi:

 

            I MIRACOLI

    Nell'insegnamento cristiano ci vengono raccontati i miracoli fatti da Gesù e dai Suoi santi e - se non abbiamo letto altro in merito - potremmo avere l'impressione che i miracoli siano un'esclusiva cristiana, quasi un segno della veridicità unica della sua tradizione.

    In realtà i miracoli sono una costante in tutte le tradizioni religiose e spirituali. Li ritroviamo, per esempio nella tradizione vedica, con Rama, Krishna, Sai Baba di Shirdi e Sathya Sai Baba; li compiva guru Nanak, il Budda e Zoroastro, così come tanti altri, inclusi personaggi sensitivi di minore levatura spirituale; tra i tanti "miracoli", possiamo menzionare una caratteristica di molti avatar, che si manifestano con aspetto corporeo diverso, in luoghi lontani da quello dove appaiono comunemente e magari contemporaneamente, per poi scomparire altrettanto prodigiosamente. Oltre ai miracoli sporadici, vi sono altre caratteristiche continue e comuni tra molti avatar, come la minima dipendenza dal cibo e dal sonno.

 

            LA MORTE E RISURREZIONE DELL'INCARNAZIONE DIVINA

    Oltre a Gesù, altri avatar risorsero dopo la loro morte:

 

            L'ASCENSIONE O ASSUNZIONE

    Anche l'ascensione o assunzione al cielo sono elementi che ritroviamo in altre tradizioni:

 

            LA LITURGIA IN TANTI SUOI ASPETTI

    Come già illustrato nel mio precedente libro "Spiritualità e ritualità", la liturgia di molte religioni ha aspetti comuni, a volte noti e riconosciuti, altre volte più nascosti o dimenticati nella loro genesi. Esempi ne sono:

 

 

CONCLUSIONI

 

    ______________________________

 

Se questo testo Ti ha interessato, faccelo sapere:

 

Se vuoi leggere altri libri gratis on line vai a : redazionevita.altervista.org

 

    ______________________________

 

BIBLIOGRAFIA

 

Bussagli, Mario - "I miti dell'oriente" - Gherardo Casini - Roma, 1976

Lobsang Rampa, Tuesday - "La caverna degli antichi" - Astrolabio - Roma. 1976

Romagnoli, Gianfranco - "Miti precolombiani" - Centro internazionale studi sul mito - Atti convegno Erice 2005 gratis on-line

Shri Sathya Sai Baba - "Discorso divino del 25/12/1988" - Mother Sai ed. gratis on-line

Vita, Gianni 1 - "Spiritualità e vitalità" - Redazione Vita - Roma, 2012 gratis on-line

Vita, Gianni 2 - "Come avvengono i miracoli" - Redazione Vita - Roma, 2012 gratis on-line

   ________________________________________________________________

 

QUESTO TESTO E' DEDICATO AL SIGNORE, CHE SI E' INCARNATO NEI GRANDI AVATARS, COME : 

GESU' SATHYA SAI BABA*
  

     * Sai Baba si è incarnato il 23 Novembre 1926 a Puttaparthi, un villaggio nella regione dell'Andra Pradesh nel centro-sud dell'India. Ha lasciato il corpo il 24/4/2011. Ha decine di milioni di devoti in tutto il mondo. Opera ogni sorta di miracolo. Ha realizzato ospedali, scuole, villaggi, acquedotti, ecc. per sollevare la condizione dei più disagiati. 
________________________________________________________________

Nota: i links agli indirizzi Internet, contenuti nel testo, possono cambiare senza preavviso.

 __________________________________________________________________________