line

Diana Montagano

POESIE SCELTE  dal libro:

Un'altra dimensione

ed. Zephyr, Roma 1977

e dal libro:

ed. Soham, Roma 2008

Piu' altre piu' recenti (aggiornato a Giugno 2011)

line

UN GIORNO DI LUGLIO

A te mi unisce

un giorno di luglio.

mano che cerca l'altra mano

lo sguardo come timoroso

del futuro destino

la luce intensa dell'estate

ed il giardino nella quiete dell'ora.

A te mi univa

un'antica memoria

- di quale vita? -

racchiusa

nel silenzio del cuore.

E poi

ancor silenzio

e poi ... soltanto amore ...

 line

E' NASCOSTO

E' nascosto

in ogni cosa

e al tempo stesso

evidente

come lo splendore del sole.

E' nascosto in un fiore

sul ciglio della strada

in uno sguardo d'amore

nella mano d'un bambino ...

Ti apparira' una luce

all'improvviso -

e' il Divino ...

 line

SCONOSCIUTE E NUOVE

Sconosciute e nuove

escono le parole

dalla penna.

chiedono

di diventare vive

nella mano che scorre

nel fluire del cuore.

 line

NELLA LUCE

Quando vibrero'

nella luce

e le mie braccia

non saranno piu' braccia

ma ali

ed i miei occhi

vibrazioni dell'anima -

saliro' in alto

portando dietro me

- come una scia -

le mie pene segrete.

E si dissolveranno

- coda di comète -

nella luce del cosmo.

Apparterro' all'Eterno.

 line

STUPORE

Mi assale. Di notte

All'improvviso.

Lo stupore per questa

immensa vita

in cui mi trovo

immersa. E la mente

si apre

con lampi di chiarezza

- quasi veggente -

su cio'

che vorrei essere.

Vita - tu

che possiedi me

ed io

che ti possiedo -

dammi la forza

di viverti soffrendo

la mia sete d'amore -

consumandomi

in te

giorno per giorno.

 line

C'E' BISOGNO

C'e' bisogno

d'un amore

per ogni tempo.

C'e' bisogno

d'un amore

per ogni luogo.

C'e' bisogno

d'un amore

nel vento

che libri le sue ali

al sole.

C'e' bisogno

d'un amore

nel fuoco

che consumi le antiche scorie

fino in fondo.

C'e' bisogno

d'un amore

nel profondo

nel seno

della terra scura.

C'e' bisogno

d'un amore

nell'Oceano immenso

che nelle acque

possa lavare

tutto l'amaro

tutto lo scontento

che di vita

in vita

s'e andato

ad accumulare.

C'e' bisogno

infine

d'un Amore Intero

d'un Amore

che non ha definizione

d'un amore

che si stempera

nell'Infinito.

D'un Amore

che e' voce

eppur Silenzio.

D'un Amore

Assoluto.

  line

LA NUOVA COSCIENZA

Per ogni Cosa

V'e' una spiegazione

Una spiegazione non c'e' per la Gioia

 Vibrare di luce

nel tuo interno

Vedere in un volto umano

un riflesso Divino

superare i "No" e i "Si"

Inotrarsi con coraggio

nello sconosciuto

Valicare l'apparenza

Vivere l'essenza

Queste non sono parole

ma una delle chiavi

per salpare

verso altri lidi

Solo la Gioia e' sicura

La paura e' illusione

chiedi di superarla

e ti verra' concesso

Nel donare

Rinascerai ogni volta

Questa e' un'altra

CHIAVE.

DARE E' LA VITA ETERNA

Trattenere - questo

e' cio' che chiamate

"MORTE"

Lascia fluire in te

e nei tuoi fratelli

la VITA:

Abbracciali

senza chiederti perche'

Questa e' l'Alba

di una "NUOVA COSCIENZA"

(Sett.'98)

  line

LA STORIA SUBLIME

C'era un uomo-

il suo passo

era diverso

da ogni passo

il suo sguardo

era diverso

da ogni sguardo.

 

Cercava.

 

In ogni uomo

cercava un'anima

In ogni anima

cercava un uomo.

 

Quel giorno

incontro' una donna

in un campo di grano.

"Buongiorno a te"

le disse

"Buongiorno a te"

ella rispose.

In quell'istante fu rapita per sempre.

Eppure Egli

aveva detto soltanto

"Buongiorno a te"-

come ad un passante.

 

Il suo sguardo

aveva parlato.

Il suo sguardo sublime.

"Ti amo" aveva detto

"ti amo donna

come nessuno

ti ha mai amato

ne' potrebbe amarti.

Perche' gli altri uomini

amano in te

solo se stessi.

Amano in te

il loro desiderio.

Vedono in te

La bellezza che svanira'-

ma Io vedo in te

una Bellezza sublime

che si fara' piu' grande

i giorni

del tuo autunno.

Io solo

Posso amare in te

cio' che non si vede.

Tutti gli uomini t'amano

per se stessi

ma e' per te che Io ti amo"

 

Fu cosi'

che la donna fu sua

per sempre

per la potenza sublime

di uno sguardo.

 

Quell'uomo

era Gesu' di Nazareth.

Quella donna

era Maria di Magdala.

 
(20 Apr.1995)

  line

CANTO DELL'ANIMA

Il mio Signore

e'

il sole del mattino-

la Luce che dirada la nebbia

il Canto

dell'usignolo sul ciliegio

l'onda che lambisce la riva

la mano

che ti tende la mano.

Il mio Signore e' il vento

che ti guida sul mare

la Stella Polare

che ti porta alla mèta

la voce per parlare

l'occhio per vedere

la mente per capire.

Il mio Signore

e' l'aura della Vita

il gioco dell'eterno Divenire

la stella che si posa sul cuore

lo sguardo che ti fa guarire.

Il mio Signore

che e' vento di tempesta-

che e' bonaccia

al di la' del mare-

che muore

e che risorge

perche' da noi

vuol tornare.

  line

PERCHE' TU

Nelle antiche sale del castello

ho abbandonato l'armatura-

non ho piu' paura

perche' Tu sei con me.

Sul greto del fiume

ho lasciato le vesti

che in tempi antichi

ho indossato.

Oceani di luce ho trovato

perche' Tu sei con me-

Ricordi remoti ho vissuto

per essere libera

in Te-

Ogni cosa passata

e' lavata

dal Sacro Vino ch'e'

in Te.

Ogni cosa passata

e' rinata

nel Pane di Vita che sei.

Gli antichi orgogli ho bruciato

perche' Tu

sei con me.

  line

LA GRATITUDINE

Il dolore batte alle tempie.

Ma non voglio arrendermi.

Nonostante tutto

sono colma di gratitudine.

Quante lune

da che son nata

ho guardato incantata

la notte

quante vele ho visto sul mare

ansiose di raggiungere

il porto!

Il mio cuore

 veleggia con loro

nel moto incessante delle onde.

Sento la dolcezza

della Primavera che nasce

nelle pratoline e sui rami

e i tesori nascosti nel mio cuore

intonano un canto

agli angeli della Vita.

L'anima

è la mia compagna di viaggio

in quest'Avventura terrena.

Mi insegna ogni giorno

a ringraziare la vita.

Tendo le mani alla Luce.

Sorrido a tutto ciò che vive!

  line

QUESTO ABBRACCIO

Questo abbraccio

caldo di Sole

è nel mio cuore

la Prova

che Dio esiste

nell'Universo

e in me.

  line

TU

O tu che leggi

sei già poeta

in cuore

e forse

non lo sai!

line

METAMORFOSI

Diventai gabbiano

per volare alto

e poi delfino

per solcare il mare

ape

per suggere il nettare dei fiori

filo d'erba

per vibrare nel vento

voce di fanciullo

per cantare un canto

che allietasse la vita ...

Metamorfosi

infinita ...

line

UN POETA

Sono un poeta

e non so

quanto la mia parola

valga.

Sono di passaggio

su questo pianeta

cerco d'imparare

da tutto il Creato.

Volgo gli occhi

al cielo

e dico al mio cuore:

vola più in alto

che puoi!

line

home page