Redazione Vita

MESSAGGI
ISPIRATI - 1


tastiera e matita per messaggi

Insegnamenti ed Informazioni


©  Prima pubblicazione : Gennaio 2017





INDICE



INTRODUZIONE

MESSAGGI

Evoluzione

Amare

Ego

Scelte

Sofferenza

Assistenza

Disincarnati

Comunicazione col mondo spirituale

Sai Baba

       
   






INTRODUZIONE





    Come descritto nel libro "La vita pare normale" (recentemente disponibile in versione digitale), nel 1999 ebbi l'occasione di partecipare al primo Cenacolo di medianità, in cui si insegnava, in maniera molto pratica, come venire in contatto col mondo dell'Aldilà.
     Tutti possiamo farlo, come qualsiasi altra attività, anche se c'è chi vi è più portato spontaneamente e chi meno. Io penso di essere stato agevolato in questo da anni di Meditazione Trascendentale (iniziata nel 1972) e dall'assistenza della mia defunta moglie; dopo la sua dipartita, infatti, ebbi (come sembra molte persone che perdono una persona cara) uno sviluppo di interessi paranormali, che poi mi portarono a scrivere il libro summenzionato, nonchè i successivi. Prima del cenacolo avevo già conosciuto vari sensitivi che esercitano questa facoltà; si tratta di persone che lo fanno volontariamente e gratuitamente per loro stessi e pochi amici.
      Dopo alcuni giorni mi venne di provare a fare una scrittura ispirata per conto mio, come avevo sperimentato al Cenacolo. Scrivevo una o due parole alla volta come mi venivano in mente, senza aspettare che si formasse una frase compiuta. Questa resto' poi una caratteristica del modo di scrivere, che in un certo senso mi aiuto' ad avere una certa confidenza di non inventarmi le cose da solo, almeno a livello cosciente. Ne vennero fuori dei messaggi a volte comprensibili a volte no, ma rapidamente essi presero regolarita’ e senso.
      Contro ogni immaginazione e senza averlo ricercato esplicitamente, avevo cominciato ad essere un canale di messaggi ispirati. Spesso li scrivevo direttamente al computer, battendo le parole sulla tastiera, senza guardare il monitor. Il momento migliore era il mattino, appena alzato. La scrittura al PC mi veniva sia per una mia innata tendenza a registrare tutto (forse perchè ho scarsa memoria) sia forse perchè ispirato inconsciamente, fin dal principio, a conservare i messaggi per questa evenienza di pubblicarne i contenuti più utili.
       Partecipai ad altri cenacoli e ne organizzai uno io stesso, continuando a scrivere messaggi, per me stesso e per tanti amici e parenti che me li chiedevano.
      Inizialmente i messaggi mi venivano dettati anche più volte al giorno, tanto che mi ero abituato ad archiviarli, indicandone non solo la data, ma anche l'ora; poi, gradualmente, l'attività si ridusse e negli ultimi anni scrivo ormai sempre più di rado, prevalentemente su richiesta.
       I messaggi hanno in genere carattere spirituale e raramente rispondono a domande materiali o spicciole, come questioni  di denaro, salute, amore, ecc., tipiche  delle interrogazioni a cartomanti ed altri sensitivi.  Anche se qualcuno mi fa questo genere di domande, le risposte tendono ad ignorare la questione contingente per svoltare su approcci più spirituali e filosofici.
       E' bene precisare che questi messaggi vengono forniti direttamente o attraverso il controllo della nostra Guida spirituale. Io ne ho avute due, che si sono succedute nel tempo nel guidarmi. Tale mediazione è necessaria per evitare l'intrusione di spiriti bassi o burloni, che inviino messaggi fuorvianti ed ingannevoli.
     Dopo diciassette anni di attività e la scrittura di migliaia di messaggi, mi è venuta l'ispirazione di pubblicare un estratto dei messaggi più significativi e validi per tutti, sperando che possano essere utili a qualcuno, anche se, in genere, i messaggi sono per il destinatario.
       Essi contengono insegnamenti noti, ma mi sembra utile il fatto che confermino cose fornite da libri sacri e discorsi di Maestri illuminati (Repetita juvant).
      Li ho raggruppati per argomento, per agevolarne la lettura, secondo gli interessi del lettore. Molti li troverete assai concisi, sia perché a me vengono piuttosto brevi, sia perché, nello trascriverli, ne ho riportato solo alcuni estratti, eliminando parti personali e colloquiali. Ci sono messaggi sullo stato dei disincarnati e la loro condizione; essi appaiono in linea con quanto riportato nel nostro libro più popolare: "Morire è bello".
       Le mie eventuali domande sono indicate tra [parentesi quadra]. Ho usato il titolo "Messaggi ispirati - 1" perché, se questo testo avrà lettori sufficienti, mi riprometto di pubblicare in seguito molti altri messaggi.







MESSAGGI





Evoluzione  evoluzione


27/5/1999
Quando siamo cosi' sicuri di noi non c'e' poi tanta voglia di progredire. Invece se abbiamo dei dubbi la storia e' diversa; finche' otteniamo tutto non c'e' gusto a lottare.

1/6/1999 ore 15.30
Quando siamo tutti sintonizzati con noi stessi c'e' posto per ogni possibilita'.


30/1/2000 ore 10.47
Alle volte siamo piu' realisti del Re, le cose si accavallano come devono, in base al karma passato, basta lasciarle sfogare e si risolve tutto: non resistere, non 'agire'.

C'era una volta un Re che disse a suo figlio: vai a cercare l'oro bianco e poi torna a portarmelo; il figlio ando' e cerco' per mari e per monti, senza trovarlo. Tornato dal padre mogio e sconfitto dovette confessare il suo fallimento, ma il padre gli disse: hai fatto un gran lavoro figlio mio , bravo! questo era il risultato cercato: lo sforzo di buona volonta', non l'oro bianco!
E' l'esercizio in se' che conta, non il risultato.


19/3/2000 ore 9.50
Pensa all'oggi e basta; ad ogni giorno il suo carico e le sue gioie.


19/6/1999 ore 8.20
Fai sempre il minimo e comunque quello che ti 'ispira' di fare, anche se razionalmente non ti piace. La ragione spesso, anzi quasi sempre, e' la rappresentante dell'ego o della cultura teorica. L'istinto, anzi l'intuito e' la risposta giusta alla circostanza specifica.


21/6/1999 ore 19.15
Lascia stare le teorie ed i casi generali: applica quanto l'intuito ti suggerisce di volta in volta.
Ogni caso e' diverso dall'altro, non si puo' fare una legge generale. Cio' che va bene per una e' peccato per l'altra. Noi ti assisteremo in queste scelte.


1/4/2000 ore 22.10
Ricordarsi sempre della frase che cantate al centro: "Shanti, Shanti, Shanti".
Quel che conta e' sempre questo: la buona volonta' a superare i propri limiti attuali, per andare verso mete sempre piu' alte, non importa il risultato immediato, non bisogna darsi per vinti, con l'ottimismo si persegue l'ascesa.


13/4/2000 ore 21
E' vero che siamo sempre qui per lavorare e crescere e la crescita costa, ma vale la pena! Sai?
E' l'insegnamento di tutti i santi.


17/4/2000 ore 7
La vita e' fatta di alti e bassi, di comprensioni e difficolta'; siamo qui per imparare, non per una vacanza e le prove si addensano man mano che cresciamo e siamo piu' in grado di sopportarle. Piu' prove superiamo, piu' avanti andiamo e siamo promossi alla classe superiore.
E' vero, e' difficile e pesante, ma senza resistere e affidandosi al Signore per l'aiuto necessario, tutto puo' essere affrontato 'oggi', senza preoccuparsi del 'domani'.
E' anche vero che abbiamo bisogno di 'riposo', ogni tanto, e noi provvediamo a darvi qualche 'pausa' ristoratrice e di incoraggiamento, ma ricordate che sono pause, come la ricreazione a scuola, poi occorre tornare a lezione!


28/4/2000 ore 8.30
Sempre dobbiamo pensare che la vita e' una battaglia, non un riposo. Il riposo e' di qua (anche se non Eterno), per lo meno e' un riposo dalle angosce, non dall'attivita', che continua indefessa.



5/5/2000 ore 7
C'e' una cosa che vorrei dirvi: che nulla e' dato gratis, tutto si paga: oneri ed onori vengono insieme, ma tutto e' per la crescita e quindi va accolto con entusiasmo.
C'era una volta un re, diceva una favola, che porto' in pubblico il suo bambino neonato, per mostrarlo ai suoi sudditi; era felice ed orgoglioso in un giorno di festa, ma il piccolo avrebbe dovuto sobbarcarsi molte fatiche per governare il suo regno!
L'aiuto di Dio e' grande per coloro che lo servono e quindi confidate in Lui e non vi preoccupate; solo sappiate questo: oneri e onori vanno assieme!


30/5/2000 ore 7.15
Non e' bene evitare le prove; invece molto si puo' fare per addolcirle e superarle:


5/6/2000 ore 21.50
E' sempre meglio essere pazienti e ragionare bene prima di agire e parlare.
Imparate a comportavi al meglio e tutto andra' sempre liscio.
Le difficolta' poi sono proporzionate alla vostra evoluzione e quello che sembrava insuperabile ieri, diventa accettabile oggi e facile domani.


6/6/2000 ore 23
La vita e la morte sono parte della commedia: un'entrata ed un'uscita di scena.



8/6/2000 ore 8
E' cosi' che la vita si sviluppa, unendo e separando periodicamente le persone, per far loro vivere varie esperienze che le facciano crescere.

Stai attento, comunque, a non forzare mai; lascia che le cose avvengano come vogliono, non c'e' nessuna necessita' di affrettare o intensificare gli incontri, ne' di evitarli. Sii spettatore distaccato ed imparerai molto anche tu.



10/6/2000 ore 8.30
A proposito di rapporti, la mamma raccomanda di fare attenzione ad ogni cosa che si dice, perche' tutto ha una conseguenza, per il principio di azione e reazione. Lei se ne e' resa conto di persona.

Ed ora qualche altra considerazione:
Si tratta spesso di rapporti conflittuali, che devono essere elaborati e sciolti. Siamo messi assieme nella vita con persone con cui dobbiamo risolvere qualche problema, per poter evolvere.
Sfuggire, allontanarsi, non risolve niente, rinvia solo la questione e ce la ritroveremo di nuovo nella prossima vita!
Sfuggire serve solo se, nonostante tutta la buona volonta' e
preghiere, non siamo riusciti nel nostro compito e ci siamo bloccati in una situazione di stallo; allora questa non avvantaggia nessuno, anzi peggiora le cose. E' come se avessimo fatto di tutto per togliere una macchina da un pantano; insistere oltre ci fa solo stancare, ma abbandonare l'automobile non e' una soluzione: dovremo ritornare a prenderla col carro attrezzi. La vera soluzione e' di farsi aiutare!


7/8/2000 ore 23.30
L'importante e' cosa potrete fare insieme per gli altri. tante volte noi pensiamo a noi stessi e le cose si ingarbugliano; lavorando per gli altri, invece, tutto diventa piu' bello ed eccitante.


28/8/2000 ore 20.45
Non attribuite colpe a nessuno: e' il karma ed i compiti nostri che ci fanno sudare. Attenzione, comunque, a non caricarci di altri fardelli, che potremmo evitare, perche' se no ci possiamo affaticare troppo e, si sa, il troppo stroppia!


2/9/2000 ore 9.40
Non bisogna mai agitarsi, ma accompagnare gli eventi con la migliore buona volonta'.


9/9/2000 ore 18
Soprattutto e' in voga un particolare motto, che dice: 'non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te'. Per questo vi dico: 'servite il Signore', Egli sa tutto, vede tutto e provvede a tutto. Non c'e' nulla di cui preoccuparsi e se mai: aiutare tutti!


3/11/2000 ore 11.20
E' sempre cosi': ci si incontra e ci si rincontra di vita in vita, alle volte per sbloccare un rapporto, altre per farsi coraggio a vicenda.


5/12/2000 ore 11.50
Prendete la vita sempre come viene e vivetela in armonia, assecondando gli eventi, accettando le vostre 'parti'.


13/12/2000 ore 10.45
Siamo qui riuniti per celebrare il Natale e tanto vale dire che esso e' nei cuori e non e' una data specifica, ma e' "Permanente".
Il Natale significa accogliere Dio nei vostri cuori, riconoscere la nostra appartenenza a LUI.


16/12/2000 ore 18.45
A proposito del Natale e delle feste di fine anno, voglio dirvi che non ci sara' bisogno dei soliti regali; metteteli in secondo piano, sono una distrazione sociale. Non che non si debbano fare, ma cercate di relegarli sempre piu' in un angolo e privilegiare i sentimenti e l'unita', che sono i veri valori, per cui siete qui.


17/12/2000 ore 22.20
Le cose andranno come devono andare, l'importante e' di mantenere un atteggiamento sereno, senza tensioni, senza prendere le cose come una disgrazia (ricordi la storiella del contadino cinese, non e' vero?).
Pazienza e serenita' potranno giovare ad Eli, assieme all'affetto delle sue care.
Nella vita non ci sono eventi buoni e cattivi, tutti sono necessari alla crescita, anzi quelli cosiddetti 'cattivi' o 'sfortunati' sono in realta' i migliori per la crescita, l'evoluzione.  L'ottica terrena e' falsata: se steste sempre nelle condizioni piu' felici ed agevoli restereste fermi; sarebbe una vita sprecata!


20/12/2000 ore 11.45
Talora noi siamo schiavi di abitudini e prospettive che non vogliamo abbandonare, abbiamo paura del cambiamento.
Questo ci fa soffrire 'inutilmente', se cosi' si puo' dire, anche se non c'e' mai nulla di inutile al mondo, tutto concorre alla crescita, ma si puo' crescere armonicamente o attraverso le difficolta' e gli scogli, sta a noi scegliere.


27/12/2000 ore 18.35
Adesso senti questa: non andate lontano con la fantasia, tanto quello che vi si prepara sara' diverso da ogni aspettativa. Vivete il momento e cio' vi basti.


6/1/2001 ore 11
Tante volte si trova chi non sa meditare ma sa fare opere di carita' e altri che si occupa facilmente di soccorso alpino. Non importa il tipo di sadhana, cio' che conta e' fare la nostra parte come ce la sentiamo. Questo te lo dico perche' ti potra' servire in occasioni future.
Altrettanto potrei dire dell'elemosina o simili. Essa giova a chi la fa, come dice anche Sai Baba. ed ognuno la fa come preferisce e si sente.
Si, la resistenza, o lo sforzo creano la sofferenza. Lasciate sempre fluire tutto nel modo piu' agevole, minimizzando l'ego e tutto andra' meglio.



15/1/2001 ore 19.30
Quando qualcosa non va piu' avanti non bisogna insistere: la vita e' 'cambiamento', e' fatta per il progresso.
Intanto e' bene scoprire nuove amicizie, mentre cadono le vecchie; questo fa avanzare nella vita e smarcare piu' legami karmici; ci fa imparare di piu' e piu' velocemente. E questo, lo sapete, e' particolarmente importante in questo periodo!



26/1/2001 ore 18.30
Quando si cresce rapidamente, rapidamente si cambiano abitudini, modi di mangiare, amicizie, interessi. Non dobbiamo essere 'conservatori', giacche' la conservazione frena il cambiamento, logicamente.


27/1/2001 ore 16
Occorre guardare al presente; il futuro avra' cura di se' stesso. Chi vive a pieno il presente immediato e' equilibrato; chi si concentra in cio' che sta facendo, semplice che sia, e' vittorioso ed ha una vita piena.


23/2/2001 ore 11
Stai serena perche' le 'piccole cose' che ti accadono sono li' per aiutarti a evolvere; non devi preoccuparti di nulla, fai solo quanto ti viene serenamente ispirato; l'ansia non deve albergare in noi, giacche' il Padre si prende cura di ogni nostra necessita'.


4/3/2001 ore 20.30
Quando c'era una volta la stessa situazione di prima della guerra, allora si facevano meno storie, si mangiava tutto, senza discutere e con avidita'.
Ora si e' molto schizzinosi: questo si! questo no!
La situazione e' relativa ed ognuno parte dal livello in cui e', e cerca sempre di piu'.
Non dobbiamo volerne a nessuno per questo: e' cosi' che gira il mondo; d'altra parte, se non ti sta bene rinuncia e cambia.
L'importante e' dare sinceramente il proprio amore; non conta se questo ci viene respinto o sottovalutato. anzi!
Lo sai che non potrai mai essere stabilmente felice ed appagato: alti e bassi. Quello che non avrai sara' in serbo: un risparmio che ti ritornera' poi …
Perche' preoccuparsi? Accettare ed abbracciare!  Tanto non contano i successi mondani, ma solo i miglioramenti interiori.


13/3/2001 ore 10
Come sapete ormai, ci si ri-incontra per sciogliere dei nodi, per armonizzarci nelle nostre relazioni in sospeso. Quindi niente paura! E' la vita, che va presa per il meglio e vissuta
oggi, come fosse nuova, come quando due innamorati hanno litigato, ma si riuniscono: e' meglio dimenticare e ricominciare da capo. L'importante e' la buona volonta'. La 'Paura' uccide l'Amore e viceversa: l'Amore fa superare ogni paura.
Non bisogna mai resistere alle ispirazioni, ai suggerimenti della vita: rilassatevi e meditate, per entrare in contatto col vostro Se superiore, che vi guida per il meglio.


10/7/2001 ore 9.15
La vita e' cosi', e' cambiamento, distacco da persone e situazioni!


11/7/2001 ore 4.20
Sono lieto che vi dispiaccia un po' che io non sia piu', fra breve, la vostra guida, ma non c'e' da dispiacersi, la vita e' cambiamento, come gia' detto piu' volte e noi ci alterniamo con le nostre conoscenze.



________________________



Amare  Amore


13/6/1999 ore 11
E' sempre meglio vivere l'amore pienamente anche in terra. Lasciati andare senza remore. l'amore e' la forza del mondo. L'amore e' vita. L'intimita' non ha controindicazioni, neppure se lo vuoi; basta essere sinceri, onesti: donare, donare sempre gioia. La possessivita' e' il problema.

[come distinguere questi rapporti dal libertinaggio?]
Lo sai da te e te l'ho detto: dare o prendere! Non cercare il proprio piacere, ma dare amore all'altro.
Non sara' sempre piacevole, a volte anche penoso, ma e' cosi'. Infatti dovrai dare Amore a chi ne ha bisogno, non a chi piace a te! E forse pagarne le conseguenze… Ma noi siamo sempre con te a sostenerti.


20/6/1999 ore 8
Non sempre separarsi (dal conuige) e' un male, e' sempre da valutare caso per caso.


9/8/1999 ore 17.45
[Anna chiede se e' reale la sensazione che ha di qualche influenza negativa]

Anche se siamo sensibili non dobbiamo pensare sempre che quello che sentiamo sia vero. Alle volte si tratta solo di impressioni vaganti. Nel caso di Anna non c'e' nulla di particolare, non superiore alla norma. Comunque e' sempre bene schermarsi con l'invio di pensieri positivi, piuttosto che sfuggire le persone. Non possiamo vivere fuggendo o allontanando gli altri. Li aiuteremo invece con azioni positive. Vale sempre il principio dell'amore, del dono, anche verso eventuali 'avversari'.


4/10/1999 ore 9.20
E' cosi' che si svolge la vita. tra gioie e dolori; il contrasto e' necessario e salutare per la crescita.
Ti stiamo vicini e ti aiutiamo, non temere, ma tu vai avanti sereno: e' la tua parte da recitare. Il Signore e' sempre con te e non ti lascia mai, piano piano sentirai di piu' la Sua presenza nella vita e soffrirai meno.
Amore, Amore, Amore, sempre e comunque: non lo dimenticare mai, anche nei momenti piu' bui. Dare, dare!


25/11/1999 ore 10.40
Sempre piu' siamo chiamati a servire gli altri, perche' questo e' il nostro dovere qui in terra e non solo.
E stato detto che si deve amare, ma questo e' il fine non il mezzo, come tu sai bene. Si deve amare soprattutto col cuore, aprendo il cuore, tramite gli esercizi che ci sono piu' confacenti.



30/1/2000 ore 10.47
L'Amore e' la soluzione di tutto. Se ti senti triste, prega e pensa a me, che ti aiutero'.


13/3/2000 ore 21

Basta abbandonarsi ai sentimenti.
E' certo anche che se volete potete sperimentare nuove sensazioni semplicemente facendo l'amore al chiaro di luna.
La luna, si sa, ha un'influenza positiva sugli innamorati e sull'amore.
Comunque il vostro rapporto e' destinato a durare e ad avere sviluppi impensati, percio' lasciate perdere le piccole preoccupazioni.
E' bello sapere che si ha davanti una storia grandiosa; gustatela senza fretta e scoprirete risvolti sempre nuovi e piu' belli. Se volete pensate a quanto tempo avete speso in cose meno importanti, mentre aspettavate inconsciamente queste.



20/3/2000 ore 14.45
Quando non si ama non ci si rende conto di queste cose, non si ha un'idea delle relazioni energetiche, bisogna sperimentarle.
Non ti ripromettere nulla, tutto avverra' come da copione: fai solo bene la tua parte, con buona volonta' ed altruismo, pensando alla felicita' di lei, anche a scapito della tua.


23/3/2000 ore 10.25
Quando siamo soli ci sembra di essere soli al mondo, ma poi ci rendiamo conto che senza gli altri non possiamo veramente vivere; essi sono il nostro specchio, il nostro aiuto per relazionarci con Dio e con Noi stessi. E' per questo che siamo al mondo con tante relazioni, il nostro e' un copione a piu' voci. Senza le altre voci diventerebbe un monologo lugubre.


29/3/2000 ore 22
Non fare agli altri quello che fanno a te, ma quello che vorresti ti facessero e comunque quello che ritieni giusto.


7/4/2000 ore 7.07
E' con tanto amore che vengo da te stamane, perche' sei stato convinto di una cosa: che non e' tanto bello dare quanto ricevere. Ora devi imparare il contrario: dai, dai, senza riserve e senza occuparti del risultato; anche se ti sbattono la porta in faccia, tu continua a dare; questo e' l'insegnamento di Maestri, semplice ed efficace.


13/4/2000 ore 8
Non ti preoccupare del 'ritorno'; sappiamo che e' spesso cosi': i sentimenti sono spesso 'sbilanciati', ma questo non dipende dalla volonta', al cuore non si comanda. I sentimenti ci vengono da altre 'fonti'.


21/4/(Ve Santo)2000 ore 22
Amare, amare, amare, amare,… questa e' l'attivita' migliore.


8/5/2000 ore 8.45
Gia' e' arrivata l'ora del cambiamento, della trasformazione; non mancatela: siete sulla pista di decollo!
Ed ora vi dico una cosa 'nuova': che e' importante l'Amore; con l'Amore si compie tutto; senza l'Amore non si conclude nulla!
Amatevi, amate tutti indistintamente ed amerete Baba e ne sentirete l'Amore. L'Amore e' donazione e dedizione, sacrificio e gioia.


28/5/2000 ore 6.30
Ed ora ti dico una cosa: che se vuoi puoi vedere come le cose si mettono bene se ti apri a tutti con Amore.



22/6/2000 ore 23
L'Amore e' tutto; esso muove il mondo e trasforma gli animi. Esso gioca un ruolo impensabile per voi.; non sottovalutarlo mai!


15/8/2000 ore 23
Tu
ama e basta! Non ti scervellare su cosa inventare: hai ragione, quando si ama non importa che si fa, si sta bene comunque. Il resto e' 'stordimento'. Inoltre fai piu' attenzione alle cose di tutti i giorni, cioe' non pensare sempre al futuro ed alle grandi svolte.


19/8/2000 ore 8.45
E' certamente una buona cosa costruire amicizie e rapporti basati su cose serie ed interiori. Poiche' il mondo e' fondato sull'Amore, ogni atto in questo senso e' auspicabile. L'importante e' dare senza aspettarsi molto in cambio; cosi' ci andra' sempre bene.


11/9/2000 ore 22
E' per questo che non so come dire che e' bene non fare passi affrettati, di cui poi pentirsi.
In un certo senso si puo' anche stare con due piedi in una scarpa , se si ama.
Non basta amare in teoria, occorre farlo giorno per giorno, in mezzo alle difficolta' e se si vuole avanzare tocca mettersi di buona volonta', non conta stare seduti, conta camminare, avanzare passo-passo, piano-piano.
E poi si vede che le cose stanno mettendosi al meglio dal fatto che non solo non c'e' piu' la tensione di prima, ma c'e', invece una nuova armonia che si fa strada. Evviva l'amore! e basta.


17/9/2000 ore 10.30
Per la verita' ci sarebbe qualcosina da fare e si tratta di amare, cogliere l'opportunita' per sviluppare l'emissione di energia dal 4^ chakra, quello del cuore. La vita, si sa, e' tutta basata su questo: l'Amore.


23/9/2000 ore 10
Se non si vive nell'Amore, tutti i discorsi razionali non servono a niente.


4/10/2000 ore 22.30
Non ti voglio lasciare senza averti ricordato che sei figlio di Dio, che Egli tiene molto a te e ti ama in un modo che non puoi immaginare. Questo e' cio' che conta.

Inoltre e' bene sapere che non c'e' solo l'Amore di Dio, ma tutti gli amori che Egli canalizza attraverso le Sue creature. Approfittane, non scansarli, non limitarti a quello di coppia, ma ravviva quello con tutti gli amici e parenti.


26/1/2001 ore 18.30
Non ci dimentichiamo di chi ci vuol bene, perche' sarebbe uno spreco di risorse affettive, quando cio' e' sentito.
Gli affetti veri vanno alimentati, anche da lontano; si puo' ricordare una persona cara, pregare per lei (incarnata o meno, non importa, e' lo stesso), indipendentemente dalle possibilita' di contatto fisico.


6/6/2001 ore 9.40
E' tanto vero che, se ci amiamo, non c'e' ostacolo a nulla, perche' l'Amore e' il motore del mondo.
Non solo questo, ma si intende che andiamo verso un'era di miglior vita, con tante nuove avventure.



________________________


Ego  Ego


19/6/1999 ore 8.20

La ragione spesso, anzi quasi sempre, e' la rappresentante dell'ego o della cultura teorica.
L'istinto, anzi l'intuito e' la risposta giusta alla circostanza specifica.

7/1/2000 ore 17.35
A proposito di ego, lo sai che quando si vuole c'e' la possibilita' di far funzionare anche un altro sistema: quello dello sgarbo fasullo; si tratta di un trucco con cui si inganna l'ego stesso; consiste nel dire:
'quando vuoi puoi andartene' e l'ego se ne andra', o meglio si ridurra' ai minimi termini.

7/1/2000 ore 17.35
C'e' un detto: 'a buon intenditor: poche parole', nel senso che non c'e' bisogno di dire tante cose, ma soprattutto di amare.
Amore, Amore, Amore a tutti voi, cari fratelli e che Dio vi benedica.


9/3/2000 ore 21.45

E' vero, e' duro lavorare con O., ma questo e' il tuo dharma, stai operando bene, con fermezza e serenita'. Non ti preoccupare, noi siamo con te ad aiutarti. E se mai ti scoraggiassi ti passera'; il lavoro innanzi tutto!
Certo questo e' difficile, ma piano piano diventera' sempre piu' indolore; il distacco ti aiutera' molto; gli schiaffi dati a 'Pasquale' non dolgono a Totò.

7/4/2000 ore 23.10
Basta con le lamentele: piu' azione positiva, costruttiva, altruistica: aiuta a dimenticare l'ego!


9/8/2000 ore 22.45
Devi guardare piu' negli occhi le persone e stabilirai con loro un feeling piu' intenso e produttivo. L'Amore, l'Amore, l'Amore e' quello che conta e che funziona, non demordere!


15/12 ore 23.30
Se l'ego viene messo da parte, tutto va bene, altrimenti no.
Parla con Amore, come dice Baba, e vedrai che tutto andra' bene; non ricattare ne' punire.


28/3/2001 ore 13.30
Tutto e' guidato dall'Alto e noi dobbiamo solo interpretare correttamente il nostro ruolo, agendo con Amore, cioe' con generosita', donazione disinteressata.
Questa e' l'essenza della vita, che noi, quando siamo incarnati, spesso dimentichiamo, troppo rivolti al nostro ego!
Se non lo capiamo saremo costretti a ripetere le incarnazioni finche' cio' sara' chiaro ed operante.


________________________


Scelte  scelta


21/6/1999 ore 19.15

Lascia stare le teorie ed i casi generali: applica quanto l'intuito ti suggerisce di volta in volta. Ogni caso e' diverso dall'altro, non si puo' fare una legge generale. Cio' che va bene per una e' peccato per l'altra.

23/6/1999 ore 3.30

Qui da noi le cose sono molto piu' fluide che in terra nella morale comune.

7/8/1999 ore 19

In generale si puo' dire che le tensioni dipendono da conflitti o rapporti rimasti appesi, in genere per fuga di uno dei due o di entrambi. Se non si svolge il tema di vita e' cosi' che accade.
Non sempre comunque sono cose penose; spesso sono bei rapporti interrotti prematuramente da qualcun altro, o da incidenti che lasciano un'acuta nostalgia in chi resta in vita sulla terra.
20/9/1999 ore 19
In certi casi vogliamo fare come se potessimo tutto, mentre non possiamo nulla che non sia programmato o guadagnato

11/12/1999 ore 19
Tenete presente il fatto che non siete voi a scegliere gli avvenimenti, me ne siete solo interpreti piu' o meno buoni.


20/12/1999 ore 7.20
C'era una volta un re che voleva andare in Paradiso e disse ai suoi sudditi di pregare per lui, ma essi non lo fecero, con la conseguenza che
essi non andarono in Paradiso. Bisogna pregare per gli altri e si otterranno vantaggi anche per se stessi.



22/1/2000 ore 9.20
Si vorrei dirti che tutto avviene secondo i piani del Signore, che e' il regista della vita. Quando ci mettiamo nelle sue mani, nulla ci tocca o ci preoccupa; dobbiamo solo recitare bene la nostra parte, con generosita' e comprensione.


13/2/2000 ore 10.40
Pazienza e fiducia, amore e preghiera, sono le solite formule vincenti.
Tu fai sempre quello che ti sembra meglio al momento, senza premeditare nulla. Vivi il momento e starai meglio. La salita finale e' sempre piu' dura e irta di ostacoli, ma poi viene la vetta.
E' quando sei fuori dai tre guna che stai bene. Se vuoi potrai vedere come le cose si mettono al meglio ascoltando dentro di te il suono dell'OM, il Pranava eterno, il Verbo; Esso ti accompagnera' nei momenti piu' tristi e ti consolera' come il Paraclito.

24/3/2000 ore 15.45

E' bene, se non altro, sapere che siamo qui a fare il nostro dovere, che ci siamo scelti quando eravamo di qua'.E' per questo che stiamo lavorando, non c'e' altro da fare che seguire le ispirazioni piu' interiori e se per caso non ci riuscisse di sentirle, dobbiamo semplicemente accompagnare la vita.
Si, il Tao Te Ching e' un'ottima guida in questo senso. Vuoi averne una prova? Guarda attraverso le lenti dell'intuito e potrai gustare le meraviglie dell'ispirazione.

A proposito, sei stato a correre in campagna qualche volta e avrai notato che sull'erba si formano delle impronte che poi si cancellano, cosi' e' la vita: noi crediamo di essere importanti, ma la vita ed il mondo fluiscono senza sosta e spazzano ogni memoria.
E' tra queste cose che si trova la vera saggezza, non nei libri, come dice il Tao Te Ching.



21/6/2000 ore 23
Vivi il momento e poi le cose si aggiusteranno. Quando noi veniamo al dunque ci si presenta una situazione complessa, ma semplice al tempo stesso. Complessa perche' derivante dall'intreccio di molte situazioni accavallatesi in varie vite, che hanno prodotto il loro karma. Semplice perche' la 'Regia' si occupera' di tutto.
Tu pensa solo a fare
oggi la tua parte! Lasciate che ogni giorno si faccia carico di se stesso, dice Gesu'!


5/7/2000 ore 11.50
E' meglio accettare cio' che la vita ci propone e scodella, che arrancare per conto nostro.


9/9/2000 ore 18
Tutto va secondo copione, non secondo le nostre scelte o quelle che crediamo nostre scelte.


13/9/2000 ore 22.30
E' senz'altro vero che si vuole sempre fare di testa propria. Cosi' si comincia dal nulla, per approdare al nulla.
Invece sarebbe bene dare ascolto alla propria voce interiore e abbandonarsi agli eventi: accogliere ogni cosa per quello che e': Provvidenziale. Non solo, ma spesso si constata che, nonostante tutto, quello e' il modo migliore per superare le 'avversita'.


17/9/2000 ore 10.30
Le cose vanno e vengono e la vita scorre secondo un copione che e' stato deciso dall'alto.
Ricordiamoci che ciascuno di noi ha un karma da consumare e delle volte deve confrontarsi con questo, che gli piaccia o no.
Se lo scansa, dovra' poi ri-incontrarlo in una successiva occasione, in questa stessa vita o in una prossima.


1/11/2000 ore 11.20
Non preoccuparti per cio' che vuoi o devi fare: tutto si svolge secondo copione; tu fai solo del tuo meglio per recitare la tua parte, il resto non ti compete.


10/1/2001 ore 10.35
Ricordate che il copione e' scritto e dovete solo interpretarlo bene.


31/1/2001ore 10.10
Ognuno deve fare i propri incontri e le proprie esperienze; noi crediamo di decidere ma gli eventi sono quelli che conducono realmente la nostra vita; eventi decisi dall'alto e ci conviene assecondarli al meglio.
Comunque l'importante in tutto quello che facciamo e' sempre il come lo facciamo, su quello valuteremo poi le nostre performances.


13/2/2001 ore 6.40
Noi spesso consideriamo che le cose ci avvengono per nostra scelta ed iniziativa, ma cio' non e' vero; per lo piu' tutto il copione e' predisposto prima e noi recitiamo la parte che sentiamo di recitare.
E' inutile sforzarsi di cambiare le cose, contro le nostre stesse ispirazioni: non funzionerebbe!
A volte poi, noi ci illudiamo di dire delle belle cose, di nostra produzione, che invece ci sono ispirate, ci 'vengono in mente'.
Cosi' va il mondo; molti lo sanno teoricamente, ma poi, al momento di applicare la teoria, se ne dimenticano e l'Ego prevale.


25/3/2001 ore 11.45
Sai che le cose vanno svolte secondo i programmi dall'alto, non siamo noi a decidere quando e come. E. sentira' , se si sintonizza bene, il momento opportuno. Tutto deve svolgersi armonicamente.


4/5/2001 ore 21
Attenzione a non fare generalizzazioni: ogni persona ed ogni situazione sono diversi ed a se stanti.
Tutto segue un copione, che viene stabilito prima di scendere in Terra e non si tratta di decisioni nostre come incarnati, salvo casi di ribellione.
Il caso di G. e' complesso, perche' lui fu destinato a rappresentare una personalita' difficile, che doveva bilanciare altre personalita' della famiglia, per questo e' stato messo in quell'ambiente; poi ha seguito le sue vie ed ha incontrato persone che doveva incontrare per compiere il suo destino, scelto da lui stesso, prima di incarnarsi.
Ora e' in pace e sta riposando, prima di intraprendere nuove attivita' qui e successivamente reincarnarsi.


19/6/2001 ore 9.45
Non posso dire di piu', perche' le cose devono andare un po' per il loro verso. A. deve trovare dentro di se' le indicazioni valide, meditando.


27/6/2001 ore 11.35
Non vi preoccupate troppo di tanti particolari: accettate le cose come vengono, come sono stabilite dalla regia e vi troverete meglio.
Questo vale per tutti gli incarnati, infatti quando siamo li', ci dimentichiamo di tante cose e ci identifichiamo col corpo e con la mente, che sono volatili.


11/7/2001 ore 4.20
Tutto andra' come da 'copione', che non dipende ne' da lei, ne' da alcun altro; le 'scene' sono predisposte in modo da metterci alla prova e noi dobbiamo solo recitare al meglio, non contestare il 'regista', o gli altri 'attori'!


17/7/2001 ore 4.30
Per quanto riguarda il futuro di W, egli ha il suo, non determinato dalle scelte di questo o quel parente o amico, ma dal suo karma e dalle sue scelte prima di incarnarsi e non occorre preoccuparsene, ne' saperlo prima, per cercare di cambiarlo. Infatti ogni tentativo di cambiare le cose predeterminate ricade nella resistenza agli eventi, che puo' creare solo sofferenza. L'accettazione di persone e situazioni e' l'unica risposta per tutti!


21/7/2001 ore 10.20
Non ti preoccupare, sentirai da sola cosa fare al momento opportuno, noi non possiamo dare indicazioni specifiche sull'azione vostra, dato che dovete sentirvi liberi di agire, secondo l'ispirazione che dovreste sentire interiormente.
Non c'e' da preoccuparsi, tutto va secondo copione e noi dobbiamo solo scegliere se adeguarci o meno ad esso ed ai suggerimenti che sentiamo.


________________________



Sofferenza  sofferenza


27/12/1999 ore 16.20
Benedici le sofferenze che ti capitano, perche' e' solo attraverso di esse che puoi realmente progredire.


21/1/2000 ore 6.15
Se vuole puo' vedere come le cose andrebbero se pensasse di piu' al presente, in quanto esso e' l'unica realta' che valga la pena di considerare. Tutti abbiamo attraversato tante traversie nella nostra storia personale. Esse sono servite a darci esperienze per la crescita e non servono piu'. Ora dobbiamo operare con la situazione presente, altrimenti la sciupiamo.
E dille che non si preoccupi: gli eventuali errori, una volta riconosciuti, non pesano piu' su di noi. E' vero che c'e ne resta il karma, ma anche quello, con l'aiuto del Signore, puo' diventare leggero.

14/2/2000 ore 5.30
E' cosi' che si lavora per la crescita, tra gioie e dolori, tra inganni dei sensi e scoperte interiori; la crescita non e' lineare, armoniosa, perche' abbiamo tanti 'scogli' interni su cui 'sbattiamo' nel nostro procedere, sono gli scogli delle nostre difficolta' sedimentate negli anni e nelle vite.


8/5/2000 ore 8.45
E se per caso ci dovesse essere qualche piccolo inconveniente sappiate, ricordate che e' sempre per il meglio.


25/8/2000 ore 9.50
C'e' sempre del vero nel fatto che occorre abbracciare la 'sofferenza'. Essa e' necessaria per la nostra evoluzione. Se non soffrissimo saremmo perfetti e non sarebbe necessario vivere sulla Terra.
Inoltre c'e' da dire che nel caso noi incontrassimo un animale strano, ne saremmo spaventati e scapperemmo, mentre invece sarebbe meglio che lo osservassimo bene e impareremmo qualcosa!


9/9/2000 ore 18
Se per caso accadesse qualcosa di penoso, offrire ogni cosa per il proprio miglioramento e per sollevare le sofferenze altrui.


13/9/2000 ore 22.30
Le 'avversita'' non sono tali in senso stretto, sono le opportunita' che la vita ci offre per procedere, per migliorare, fare esperienza.
Come si puo' insegnare qualcosa agli altri se non si e' provata, se non ci si e' trovati, prima o poi, in una situazione analoga?


16/9/2000 ore 11.30
Non bisogna preoccuparsi troppo per il futuro, le cose andranno come devono andare.
E se per caso ci fosse qualche novita' strana, non lasciarsi influenzare troppo, la vita e' come la si prende.


25/9/2000 ore 9
Devi sapere che nel fango spesso si trovano i brillanti; cosi' anche nella sofferenza si trovano i gioielli del progresso; occorre accettare e farsi aiutare dall'alto in questa accettazione, che ci diventa cosi' assai meno dolorosa.
Nel frattempo dobbiamo sapere che non si finisce mai di imparare e piu' impariamo, meno difficile ci diventa l'accettazione ed il progresso.


22/10/2000 ore 22.40
La risposta e' sempre nel karma. Occorre sviluppare i residui del karma accumulati da secoli. Pero' poi verra' la luce, gradualmente, ma verra'.


3/1/2001 ore 12.35
Sai che se le cose si mettono 'bene' non vai molto avanti, percio' ci sara' anche da lavorare, da soffrire un po'; cosi' si vedra' se ti impegni e ti impegnerai senz'altro.


10/2/2001 ore 11.25

L'Amore e' sempre la cosa piu' importante; noi crediamo sempre di poter intervenire con soluzioni e cure che allontanino il problema, ma spesso il problema e' insito, e' necessario. La sofferenza e' una grande cura per l'anima, e' la scorciatoia per l'elevazione.


8/3/2001 ore 10.15
Si sa che i momenti di trasformazione sono i piu' faticosi, dolorosi a volte, ma assai proficui.
E non c'e' da allarmarsi se accade talvolta qualche episodio increscioso. Tutti ne abbiamo, 'per fortuna'.


4/4/2001 ore 20.15
Comunque questo e' il lavoro, scontrarsi con le difficolta' e usare la buona volonta': "Pace agli uomini di buona volonta' ", non a quelli di successo!
Assai si deve soffrire se in passato si e' fatto qualche errore, ma tutto serve per imparare e nulla e' sterile. Quando si svolge la matassa si trovano dei nodi talvolta, che vanno sbrogliati e ci vuole pazienza; puo' venire la tentazione di tagliare tutto, ma, dopo lo sfogo nervoso, ci si ritrova con la lana rotta.  La pazienza e' la virtu' dei forti!


9/4/2001 ore 14
Senza sofferenza il cammino e' lento e breve. ... La vita e' fatta cosi', serve per progredire e piu' si soffre piu' si corre nell'evoluzione, perche' si bruciano le scorie del karma e, si sa, il bruciore non piace!


30/4/2001
Piccoli 'inconvenienti' e prove ci saranno sempre, se no che veniamo a fare sulla Terra?


29/6/2001 ore 11
Si sa che i miglioramenti, le svolte, i cambiamenti implicano 'sofferenza' in noi, che tendiamo a restare nei nostri binari; ma, se li accettiamo volentieri, le 'sofferenze' si attenueranno considerevolmente.
Quindi ottimismo!
E ricordiamo quello che scrisse il Manzoni: "Dio non toglie mai la pace dei Suoi figli, se non per preparagliene una piu' bella e piu' grande"


7/7/2001 ore 12.10
Non bisogna mai disperare nelle difficolta': esse ci sono perche' abbiamo le nostre resistenze. E' la resistenza che crea la sofferenza!
Ed ora vai tranquillo, lasciati portare dagli eventi, con la benedizione del Signore.


11/7/2001 ore 4.20
Ora vorrei dire un'altra cosa: che non c'e' mai necessita' di intervenire nella vita degli altri: essi devono fare le loro esperienze e non dobbiamo sottrarre loro le loro prove, ma solo aiutarli amorevolmente a superarle, nel migliore dei modi.
Quando siamo affannati, la cosa migliore è raccogliersi interiormente e farsi aiutare dal Signore a capire ed agire bene. Ogni gesto avventato può essere controproducente.


11/7/2001 ore 12.15
Tutto e' sempre per il meglio, ricordatelo! Accettate e pregate e tutto sara' piu' facile, piu' 'morbido'.


17/7/2001 ore 4.30
E' bene, innanzi tutto ricordare che le cose che accadono dipendono da noi, nel senso che non si puo' andare controcorrente senza soffrirne la fatica. Occorre seguire gli eventi, accompagnarli con dolcezza ed Amore; questo e' l'unico atteggiamento da tenere, che e' in nostro potere scegliere. Il resto non serve, anzi puo' nuocere.


________________________



Assistenza  angelo


11/2/2000 ore 16
Gli spiriti guida sono con voi per guidarvi, aiutarvi e sono fieri di farlo. Cercate di sfruttarne l'aiuto sempre di piu' e vi troverete bene, avanzerete spiritualmente piu' in fretta.

20/3/2000 ore 14.45
Occorre affidarsi a Dio e Lui ci pensera' a risolvere i problemi che si sono accavallati per la nostra crescita, la' dove noi non arriviamo.


1/4/2000 ore 22.10
Gli Angeli protettori esistono e ci guidano in generale, cioe' in gruppi, mentre la guida e' personale, si occupa di una o poche entita' incarnate. Gli Angeli poi lo sono in senso stretto, cioe' spiriti puri, mai incarnatisi. Il loro aiuto e' prezioso e potente, e' un servizio Divino che compiono, attuano le volonta' divine nei vari campi. Coltiva il rapporto con gli Angeli.


3/4/2000 ore 6.15
E' vero ci sono gli Angeli, nelle loro varie tipologie, ma quel che veramente importa è che non siete mai soli.


7/4/2000 ore 23.10
Comunque vi assicuriamo la nostra continua assistenza: siamo in molti a prenderci cura di voi.


21/6/2000 ore 23
E' vero esistono gli Angeli! diceva la canzone e lo conferma la trasmissione appena vista. Tra l'altro c'e' da dire che in molti casi gli Angeli intervengono anche meno vistosamente e molti non lo raccontano. Insomma ognuno, prima o poi li sente o li vede!
E' anche vero che spesso essi non si limitano ad intervenire, ma danno una svolta alla vita spirituale del soggetto. E' questo lo scopo principale delle Guide, che cercano di aiutarvi nell'ascesa.


25/6/2000 ore 9.30
Non temere dunque mai, perche' qui ci diamo molto da fare per assistervi, solo che voi lo vogliate.
Dice il proverbio:
'volere e' potere'! Se uno vuole una certa cosa, sia le sue energie, sia noialtri (se essa e' buona ed adatta a lui) concorriamo al suo ottenimento.


30/6/2000 ore 12.45
C'e' bisogno di 'porte di accesso' tra noi e voi. Una volta si chiamavano 'profeti': 'coloro che parlano per conto di altri'. Ora si chiamano 'canali', ma la funzione e' sempre quella di aiutare chi ne ha bisogno e lo chiede, ma non ha ancora le capacita' di comunicare direttamente.


24/7/2000 ore 21
Siamo qui per darvi aiuto ed assistenza e voi fate bene ad ascoltarci; questo abbrevia il vostro cammino ed addolcisce le vostre fatiche.


9/8/2000 ore 22.45
E se per caso ti senti solo, sai che, attraverso Sai Baba, raggiungi tutti gli aiuti possibili ed impossibili.


16/9/2000 ore 11.30
Occorre ricordare che non sempre si ottiene quanto si aspettava. Qui siamo per sciogliere dei nodi di natura eminentemente spirituale, dare consigli di vita e non molto rispondere a curiosita'.


16/9/2000 ore 11.30
Il Signore e' sempre con noi per assisterci, direttamente o indirettamente, attraverso i suoi servitori.


28/9/2000 ore 23
Il Padre pensa sempre a tutto, al momento giusto; abbiate fiducia in questo e tutto andra' meglio.


2/12/2000 ore 18.15
Tutte le sere si consiglia di pregare o meditare, prima di dormire.


22/12/2000 ore 18.45
Non si puo' sempre sapere tutto per iscritto; si rischierebbe di fossilizzarsi su una risposta o l'altra.
Quello che va bene un giorno puo' andar male un altro. Dio si serve di tanti mezzi per svolgere i suoi disegni; non e' la persona che conta, ma le circostanze e l'ispirazione giusta.
Un uomo puo' dare dei consigli utili, non per sua bravura, ma perche' canalizza il messaggio giusto per quella circostanza; anche un ciabattino puo' fornire la parola risolutiva!



8/3/2001 ore 10.15
Voi avete un'assistenza che non immaginate neppure, ma e' basata sull'infinito Amore del Padre, del Figliolo e dello Spirito Santo.


11/3/2001 ore 15.40
Le entita' angeliche la aiuteranno sempre, specie se lei lo chiedera' e si sintonizzera' con loro. Noi non possiamo intervenire senza le vostre richieste, ricordatelo: "Chiedete e vi sara' dato; bussate e vi sara' aperto"; sono massime esoteriche!
Ed ora guardate il tramonto e forse vi vedrete qualcosa di bello, dipende dal vostro atteggiamento.
Cosi' vanno le cose: non si deve mai disperare di nulla: apritevi e tutto verra' a voi, in modi talvolta impensati ed impensabili.



2/4/2001 ore 10.15
Non c'e' da aver timore di noi, che siamo sempre accanto a voi , anche se non ci vedete; imparate a colloquiare con noi in vari modi e ve ne troverete bene. Noi siamo qui per aiutarvi e mostrarvi l'ampiezza della vita eterna.


4/4/2001 ore 20.15
Riguardo alle comunicazioni, come gia' ho detto in passato, noi siamo qui per aiutarvi, se non approfittate di noi ci sentiamo un po' inutili; siamo ansiosi di farlo e cio' sviluppera' la vostra confidenza nel mondo dei disincarnati e dello Spirito.


7/7/2001 ore 12.10
Non ti preoccupare di nulla; noi da qui coordiniamo tutto, perche' sia svolto in modo equilibrato, o almeno ragionevole. Non ci sono motivi di preoccupazione, anzi di bellezza!


________________________



Disincarnati  disincarnati


8 e 9/6/1999
[fatevi vedere, almeno in sogno, realisticamente; fatevi abbracciare!] Si, d’accordo, vai a dormire presto stasera. Ti pare giusto chiederci uno sforzo simile?

[non lo sapevo che era uno sforzo: se e' cosi' ritiro la richiesta.]  Sei convinto che siamo sullo stesso piano di altre creature di altri mondi?


25/11/1999 ore 10.40
Quassu' siamo dedicati al vostro servizio e ci fa piacere sentirvi vicini e comunicare con voi .


23/6/1999 ore 3.30
Qui da noi le cose sono molto piu' fluide che in terra nella morale comune.


22/12/2000 ore 18.45

Ci ri-incontreremo in questa dimensione ed in quella terrena, per continuare la nostra amicizia.
Percio' non voglio essere pensato con la nostalgia di chi ha perso un amico per sempre, ma come uno che e' partito per un po' e poi tornera'. Altrimenti bisognerebbe abbandonare tutti i nostri schemi e piombare nel caos del dolore. Cio' vale solo per chi 'ignora' certe cose.
Come sapete certe cose accadono perche' era scritto cosi'; poco importano le circostanze; se fosse morto in un incidente d'auto sarebbe stato lo stesso e la gente non si sarebbe posta tante domande.
Il karma richiede spesso che le cose si svolgano in un determinato modo, come dice il proverbio divino "chi di spada ferisce, di spada perisce".


27/12/2000 ore 18.35
Il profumo sentito da O. le vuole ricordare la presenza della sua Madre spirituale, quella che le sta sempre accanto. Ogni volta che lo sentira' si ricordi di lei. Quel profumo significa anche che il loro rapporto e' di natura angelica, perche', nonostante tutto, noi, in questa dimensione siamo come gli angeli.


23/2/2001 ore 11
Noi siamo molto celeri negli interventi, che ci prendono una frazione del tempo terreno; lo Spirito e' assai piu' veloce del corpo, te ne puoi accorgere mediante la differenza tra le intuizioni ed il ragionamento razionale: le intuizioni ti consentono di capire qualcosa in una frazione di secondo, mentre i ragionamenti e le discussioni prendono minuti e minuti.


26/2/2001 ore 11.30
I genitori di T. vi sono vicini ed abitano la vostra casa; essi cercano di comunicare con voi, per dirvi che vi vogliono bene e non dovete preoccuparvi, spaventarvi, ne' cambiare casa. A loro preme di farvi sapere che state lavorando bene e queste prove vi porteranno lontano.
Accendete ogni tanto dell'incenso in loro onore e ricordateli con affetto; forse, concentrandovi, potreste percepire meglio le loro presenze.


4/3/2001 ore 20.30
Per quanto riguarda le entita' a cui hai pensato, i tuoi cari trapassati qui, ti voglio dire che stanno tutti benone e ti salutano in coro, agitando le mani; in futuro si faranno 'vivi' un po' alla volta!


8/3/2001 ore 10.15
Qui su c'e' tutta la musica migliore, 'celestiale' ed i migliori compositori! Tutto e' meraviglioso qui, dove nessuna preoccupazione ci coglie, grazie alla cappa di Amore, che ci avvolge.


6/6/2001 ore 9.40
Adesso vorrei dirti come si sta di qua: c'e' tanto da fare e si fa rapidamente, senza le lentezze materiali di laggiu', basta volerlo e tutto si realizza!, ma in compenso c'e' un pacco di lavoro da fare; ognuno di noi ha molte responsabilita'. La cosa bella e' che si fa nell'Amore di Dio.
Quando siamo soli al mondo ci sembra di stare male, ma qui siamo al tempo steso soli e in sintonia con tutti quelli della nostra stessa vibrazione: e' bello e la luce del Padre ci aiuta tutti!


________________________


Comunicazione col mondo spirituale  meditazione


9/6/1999 ore 19.30
Questa sera e' bello sentire che sei stato in meditazione profonda, quando e' cosi' si comunica meglio. Quando vai a dormire ti trasferisci in un piano di coscienza che ti fa comunicare con tre diversi livelli di sensibilita'.


12/9/1999 ore 4.45
Qualche volta occorre ricordare che se siamo sempre sintonizzati su una giusta frequenza, potremo vedere la trasmissione preferita. Altrettanto accade con lo Spirito: se XX sente di dover partecipare alle riunioni dei bhajans, bene, altrimenti puo' farne a meno o fare altre esperienze che le capiteranno. L'importante e' sempre assecondare le ispirazioni, che riflettono le proposte dello Spirito: non pianificare nulla, ma accogliere le opportunita'.


16/12/2000 ore 18.45
Tenete presente che non conta avere messaggi importanti, ma entrare sempre piu' in contatto 'naturale' con noi, con le vostre guide spirituali, che vi possono aiutare a capire e seguire la realta'.


27/12/2000 ore 18.35
Ecco che ti vengono dei dubbi, ma stai tranquillo, continua a scrivere cosi', perche' vai bene come stai facendo. D'altronde e' cosi' che funziona la scrittura. Il registratore non si preoccupa di cio' che gli si dice, registra ogni cosa, compresi i rumori e le risate, senza fermarsi mai, senza obiettare.
E oggi eccoci anche per dire un'altra cosa: che per fare le cose come si deve bisogna impegnarsi un po', continuare ad ascoltare le ispirazioni, non divagare con la mente.


1/2/2001 ore 18.45
Senz'altro e' una buona cosa interessarsi ai propri Angeli ed alle Guide, che ci seguono costantemente.
Si puo' cercare di contattarli nella meditazione, o cogliendo qualche evento ispiratore, che ne manifesti la presenza. Comunque si puo' parlar loro liberamente, o nel pensiero, chiedere cosa si desidera e forse si potranno vedere i risultati.


23/2/2001 ore 11
Se vogliamo contattare i nostri cari possiamo sempre farlo, anche nella meditazione; i due nostri mondi sono assai piu' vicini di quanto vi sembra.


27/3/2001 ore 8
Quando siamo insieme si stabilisce fra noi un contatto, che non esiterei a definire 'orgiastico', un rapporto di comunione tra noi, ma anche con tutto il creato; esso ci pone in sintonia con cose ed entita' in modo piu' profondo del solito. Io almeno lo sento cosi' e me ne giovo e ti ringrazio di questa apertura, di questa occasione che mi dai; percio' non solo non devi esitare a contattarmi, ma consideralo un favore che mi fai; mi consenti anche di svolgere assai meglio il mio lavoro con te.
Piu' la' potremo comunicare anche direttamente, telepaticamente, senza bisogno dell'intermediazione della scrittura ed allora sara' ancor meglio!
Infine vorrei dirti che, quando scrivi, puoi benissimo evitare di infiorare le frasi: scrivi quanto senti e basta: gli aggiustamenti possono introdurre delle deviazioni di quanto ti suggerisco.
Alle volte le frasi potranno sembrare imperfette, ma questo e' dovuto al fatto che io non sono un grande scrittore in italiano, magari soffrono di modi di dire di altre lingue o modi di pensare miei.


2/5/2001 ore 9
E' con gioia che riprendo a scrivere con te; queste domande mi danno l'opportunita' di esserti vicino e comunicare con te, con voi.


19/6/2001 ore 9.45
Comunque le indicazioni ti/vi vengono lo stesso, perche' la Provvidenza e' "provvida"! Cosi' vedrai che tante predizioni si avvereranno con la vostra collaborazione 'preparata'.


________________________


Sai Baba   Sai Baba


13/6/1999 ore 7
Quanto a Sai Baba, Egli e' la manifestazione piu' alta dell'Altissimo e tu sei stato molto fortunato a diventare suo devoto.


11/7/1999 ore 8.50
... potrai vedere che non c'era necessita' di andare a Prasanthi Nilayam tutti gli anni; bastava concentrarsi meglio su Sai Baba. Ma questo e' un fatto di evoluzione.


5/8/1999 ore 17.45
[C'e' un suggerimento per Anna: se d'inverno deve andare da Baba o altro?]

Per quanto riguarda Anna, dille pure che d'inverno non c'e' bisogno di trasferirsi: potra' star bene anche li' se si circondera' del calore degli amici.  La temperatura e' un fatto relativo e molto influenzato dall'energia dell'ambiente e delle persone. Andare da Baba non puo' essere una soluzione 'logistica', ma solo spirituale.


5/5/2000 ore 7
E' in questo giorno fausto che mi piace augurarti, augurarvi, una felice riuscita del vostro desiderato viaggio da Sai Baba.
E' certamente un'ottima cosa poter contattare di persona il Divino incarnato, ma verra' un giorno in cui non avrete piu' bisogno di questo, ma potrete contattarLo in spirito.
Infatti quello che conta e' lo Spirito e le sue relazioni; il corpo, la fisicita' e' un mezzo grossolano, che sara' superato col tempo. Ma, per ora, va bene cosi' e sono felice per voi.
E se incontrate Sai Baba di persona, in interview, sappiate abbandonarvi a Lui. Lui sa cosa vi serve, non vi preoccupate di nulla, apritevi semplicemente alla Sue direttive.


6/6/2001 ore 9.40
A parte tutto non mi sembra vero che tu abbia fatto tanti progressi in cosi' poco tempo: merito di Baba si capisce. Che fortuna incontrare l'Avatar nella propria vita!


10/7/2001 ore 9.15
Non c'e' molto da fare da parte tua, e' un problema che si allentera' piano piano in O., giacche' e' in lei che deve avvenire il cambiamento, con l'aiuto di Baba, a cui dovete sempre rivolgervi per essere aiutati. Sta venendo un tempo in cui sara' sempre piu' evidente il Suo intervento provvidenziale e questo vi aiutera' ed incoraggera' a contare su di Lui.


________________________

.continua  da message.doc  11/7 ore 12.15  (2001)





NOTA: Gli indirizzi dei siti web e quelli  di posta elettronica citati, o linkati possono cambiare nel tempo, o anche diventare introvabili, a seguito delle continue modifiche che i responsabili possono apportarvi.



QUESTO TESTO E' DEDICATO AL SIGNORE, CHE SI E' INCARNATO NEI GRANDI AVATARS, COME : 

GESU'  SATHYA SAI BABA*
  

* Sai Baba si è incarnato il 23 Novembre 1926 a Puttaparthi, un villaggio nella regione dell'Andra Pradesh nel centro-sud dell'India. Ha lasciato il corpo il 24/4/2011. Ha decine di milioni di devoti in tutto il mondo. Opera ogni sorta di miracolo. Ha realizzato ospedali, scuole, villaggi, acquedotti, ecc. per sollevare la condizione dei più disagiati. 
________________________________________________________________

Se vuoi leggere altri libri gratis on line, vai a: redazionevita.altervista.org

________________________________________________________________