Gianni Vita





  SPIRITUALITA' E ALIENI
CI SONO, O MEGLIO: COME SONO?


aliena "nordica"


© prima edizione: 4 febbr 2016
rev. 13 - 7/3/2017






INDICE



    Se non li vedo non ci credo!

    Tipi di incontri

    Da dove vengono?

    Come si muovono?

    Che aspetto hanno?

    Che intenzioni hanno?

    Conclusioni

    Appendice I   - Base UFO in Antartide

    Appendice II  - Sette stati di coscienza

    Appendice III - La vita su Venere

    Appendice IV - Velocità e tempo

    Appendice V  - Autopsia di un Grigio

    Appendice VI - Le dodici leggi di Dio

    Ringraziamenti

  

   


 

Il mio amico Luciano è una persona concreta e confida solo nelle cose di tutti i giorni; è sempre piuttosto diffidente riguardo ad argomenti meno conclamati. Un giorno sollevò una questione sugli alieni e gli UFO. Ne scaturì una conversazione che mi è sembrato utile annotare. Abbiamo discusso la materia della vita aliena, sopratutto riguardo alle sue implicazioni evolutive e spirituali per noi terrestri.

Nel testo che riporto, le domande ed osservazioni di Luciano sono in carattere normale e colore marrone, mentre le risposte ed argomentazioni mie sono in nero, corsivo.

Volutamente ho menzionato solo informazioni confermate da più fonti, e dichiarazioni di contattisti affidabili. Ho inserito molti links a siti di dettaglio e riferimenti: tutti ad accesso gratuito.







SE NON LI VEDO NON CI CREDO!




    Caro Gianni, oggi ho letto sul giornale che c'è stato l'avvistamento di un UFO. Ma tu ci credi?
    E se ci sono, perché non si manifestano?

    Certo! Sono millenni che gli UFO vengono avvistati e menzionati nelle scritture e tradizioni più antiche; basti pensare che se ne parla nella Bibbia (in cui sono chiamati "Merkabah") e nel Ramayana (in cui sono chiamati "Vimanas"): un testo sacro della tradizione vedica, che narra le gesta del grande avatar Rama. Se ne cita negli scriit sumeri, risalenti al 6000 aC. Ve ne sono anche rappresentazioni in alcuni dipinti medievali

Crocifissione con UFO
Esempio di affresco conservato nel Monastero di Visoki Decani in Kosovo

    Venendo a noi, sono decenni che leggo degli avvistamenti attuali.  C'è anche una serie di servizi sul canale FOCUS, che ne parla diffusamente, anche se in chiave allarmistica; tra l'altro sostiene che ogni anno si parla di circa un milione di avvistamenti; il 5% di essi resta inspiegato, secondo le interpretazioni della scienza ufficiale. Sai che significa? che circa 50.000 avvistamenti all'anno sono da attribuire a UFO!

    Scusa, ma sono scettico; che cos'è: una moda? Ci crederei se li vedessi personalmente, anzi forse me ne spaventerei.

    Caro Luciano - "Tommaso", noi non ce ne rendiamo conto, ma usualmente crediamo ad un monte di cose che non abbiamo visto personalmente; ci crediamo perché diamo fiducia alle fonti che ce ne informano. Per esempio: tu sei mai stato in Australia? Oppure nella foresta amazzonica? O in mille altri posti? Hai mai visto un virus? Sei stato sulla Luna? Eccetera, eccetera.  Eppure penso che tu creda che questi luoghi e cose esistano, perchè qualcuno te lo ha detto e non hai motivo di pensare che menta, o inventi delle fantaise.
    E' vero: esistono anche scettici irremovibili che sostengono che gli americani non siano stati mai sulla Luna, ma che sia tutta una montatura ed una finzione filmica, o altre cose simili, ma credo che siano pochi.
    Inoltre, sebbene gli avvistamenti si siano moltiplicati dal 1947, quella degli UFO e degli alieni non è una "moda" di oggi; a ben guardare ci sono testimonianze di incontri del passato remoto, anche nell'arte.

foto di un UFO
foto di un UFO, scattata in Perù

     Se quelli che vedono gli UFO fossero dei visionari, dei mitomani?

    Questo sarebbe concepibile se si trattasse di pochi individui sfaccendati e fanatici della fantascienza, ma qui parliamo di oltre 50.000 persone all'anno, dato che ad ogni avvistamento possono presenziare più persone; per esempio in Belgio tra il 1989 e il 1990 ci fu un'ondata di avvistamenti a cui assistettero più di 13.000 persone. E poi, andando a vedere le testimonianze, si tratta spesso di persone affidabili: medici, scienziati, sacerdoti, piloti di aerei, poliziotti; è gente che si gioca la propria credibilità e stima sociale e professionale; persone che rischiano di essere licenziate perché possono essere prese per squilibrate.
    Ci sono perfino altissimi ufficiali, ambasciatori, presidenti di stato, addirittura pontefici!
    Molti di essi non avevano mai pensato né creduto nella vita aliena.

    Ad esempio:

 Dimitry Medvedev (
primo ministro russo)
     Il 7 dicembre 2012, aveva dichiarato ad una giornalista, che i presidenti russi sono informati su tutto, riguardo gli extraterrestri e che essi, segretamente, vivono tra noi. Oltre questo Medvedev disse che esiste un’organizzazione top-secret istituita per monitorare l’attività aliena sulla Terra.


 Paul Hellyer (ex ministro della difesa canadese) disse :
    <<Gli Stati Uniti hanno raggiunto accordi con gli alieni che vivono segretamente in installazioni militari statunitensi.>> 


Barry Goldwater (Senatore americano ed ex generale dell'aeronautica) disse:
    <<I dischi volanti, gli oggetti non identificati, gli Ufo, o in qualunque altro modo vogliate chiamarli, sono una realtà>>



Dwight Eisenhower
       Sua pronipote Laura ha dichiarato al 24° Simposio Ufologico di S. Marino, a marzo 2014,  che il presidente aveva incontrato personalmente e ripetutamente degli alieni, di quattro tipi diversi, negli anni 1954-55 presso la base aerea di Hercules (detta anche "Muroc") e di aver trattato con loro (tali trattative sarebbero iniziate già dal presidente Roosevelt, producendo il "Trattato di Grenada").

Ike e Laura Eisenhower
Ike e Laura Eisenhower

 Ronald Reagan:

    Shirley McLaine ricordò che l’ex collega Reagan lasciò la carriera di attore per gettarsi nell’arena politica proprio dopo un incontro ravvicinato con un entità aliena che lo impressionò molto. 

    Erano i primi anni ’50, lui e la moglie Nancy erano attesi ad un party organizzato dall’attore William Holden. Arrivarono in ritardo e all’amica Lucille Ball raccontarono la loro incredibile avventura: si erano fermati sulla superstrada che porta a Los Angeles per osservare un disco volante in fase di atterraggio. Dall’astronave uscì un E.T. che rivolgendosi all’attore lo avrebbe invitato ad abbandonare Hollywood per concentrarsi sulla politica. Come si sa, dal 1967 fine al 1975 ricoprì la carica di Governatore della California e poi , dal 1981 al 1989, venne eletto per due mandati consecutivi alla Casa Bianca.


Jimmy Carter disse :

    <<Non derido più le persone che dicono di aver visto un Ufo, perchè ne ho visto uno anch'io>> (nel 1976)


Il Dalai Lama:

    Durante un meeting tenutosi  a maggio 2013 all’Università di Portland (Oregon, USA) intitolato ‘Universal Responsibility and the Inner Environment‘  ha parlato della vita nel cosmo e dell’esistenza di altre forme di vita simili alla nostra.


Papa Giovanni XXIII:
   
    Mons. Loris Capovilla, segretario particolare del papa, rivelò molti anni dopo la morte di papa Giovanni che i due avevano
incontrato un alieno nei giardini di Castel Gandolfo in un pomeriggio del luglio 1962.

    Avevano prima visto dei dischi volanti luminosi in cielo; poi una atterrò nel lato sud del giardino e ne scese un alieno umanoide, avvolto da una luce. Caddero in ginocchio, poi il papa si avvicinò all'extraterrestre; comunicò con lui, gesticolando per venti minuti!

papa Giovanni e l'alieno
la scena in una ricostruzione immaginata

    Capovilla non poté udire la conversazione (probabilmente svoltasi telepaticamente). Poi l'alieno se ne andò e il papa pianse e disse a Capovilla: 
    <<I figli di Dio sono dappertutto. Anche se a volte abbiamo difficoltà a riconoscere i nostri stessi fratelli>>.

Papa Francesco :

    Il 25 ottobre 2015 nell’Aula Paolo VI, Papa Francesco incontrò il Movimento Apostolico Schoenstatt e disse:

    << Noi non siamo salvatori di nessuno, siamo trasmettitori di un “alieno” che ci salvò tutti e questo possiamo trasmetterlo soltanto se assumiamo nella nostra vita, nella nostra carne e nella nostra storia la vita di questo “alieno” che si chiama Gesù >>.


San Pio da Pietrelcina disse:

    <<L’onnipotenza di Dio non si limita al solo pianeta Terra. In altri pianeti esistono delle creature e altri esseri che non hanno peccato come noi e che pregano Dio>>


    Accipicchia che testimoni, mi sorprendi! Questi sono racconti personali, ma mi sembra che ufficialmente i governi non abbiano mai ammesso l'esistenza degli UFO


    Per alcuni decenni i governi si sono comportati così, ma recentemente perfino loro hanno cominciato a pubblicare i dati degli avvistamenti UFO. In Italia, per esempio, è stata da tempo affidata all'Aeronautica Militare - Ufficio RGS (Reparto Generale per la Sicurezza) la raccolta di dati sugli avvistamenti UFO. Loro li chiamano OVNI = Oggetti Volanti Non Identificati. Questo acronimo è usato anche dai francesi, che, nel 1999, per ordine del presidente Chirac, prepararono il "Rapporto Cometa", col quale riconoscono l'esistenza degli UFO e condannano gli USA, che hanno cercato di nasconderne i dati, per ottenerne una supremazia militare.

    L'attività è dichiarata solo documentale e non formula ipotesi o studi. I dati sono pubblicati schematicamente sul web. Da lì si può scaricare pure un modulo, che ogni cittadino può usare per segnalare un avvistamento, consegnandolo ad una stazione di Carabinieri. Sicché chi vede un UFO ora può raccontarlo ufficialmente, senza essere preso per squilibrato.

    Due giornalisti hanno recentemente pubblicato un libro
Petrilli e Sinapi "UFO - i Dossier Italiani" - Mursia
con i racconti dettagliati di avvistamenti italiani, usando i dati più estesi, messi a disposizione dall' RGS.

    Gli USA da decenni studiano il fenomeno nel deserto del Nevada, nella famosa "Area 51", ora ribattezzata "National Classified Test Facility". Nel 2010 hanno declassificato una serie di documenti segreti, risalenti attorno agli anni quaranta; uno di essi è chiamato "Twining Memo", scritto nel 1947 dal generale dell'USAF a quattro stelle Natan Twining; egli informa il Gen. Schulgen che <<il fenomeno UFO è reale, non visionario, o fittizio...>>. Il Col. Philip Corso fu autorizzato, già nel 1997, a scrivere un libro sul famoso incidente di Roswell, di cui indico maggiori informazioni nel seguito. Un loro scienziato: Boyd Bushman, prima di morire, il 7/8/2014, ha registrato una confessione in cui dichiarò che alcuni alieni, provenienti dal pianeta Quintumnia, collaborano coi militari USA fornendo loro informazioni tecnologiche

    Recentemente gli USA hanno cominciato a declassificare vari rapporti su avvistamenti alieni ed un libro

Ruppelt - "The Report on Unidentified Flying Objects"
è stato confezionato con tali dati ufficiali. 

    Anche la Gran Bretagna, dopo l'emissione del "Freedom of Information Act" del 2000, ha reso accessibili motli rapporti su avvistamenti di UFO

    Il presidente dell'Ecuador ha dichiarato ufficialmente che gli UFO esistono e non sono una minaccia; il suo governo ha declassificato 44 segnalazioni UFO da testimoni ufficiali.

    Nel febbraio 2008 si è tenuta una riunione ristretta all'ONU sul tema della divulgazione delle notizie UFO, senza turbare l'opinione pubblica.

    Insomma sembra che i governi di molti paesi ed il Vaticano stiano preparando gradualmente i popoli ad accettare l'esistenza degli alieni, spesso consentendo ad alcuni esponenti di secondo piano di pubblicare dei rapporti finora tenuti segreti. Secondo un reportage del 2014 del giornalista Cristoforo Barbato, il Vaticano istituì un servizio segreto (SIV = Servizio Informazioni Vaticano, composto da un centinaio di persone) col compito di monitorare i rapporti pervenutigli sugli alieni; l'evento che avrebbe stimolato tale istituzione fu un incontro segretissimo avvenuto negli USA tra esponenti del governo e alieni, con la partecipazione del vescovo di Los Angeles J.F.Mc Intyre.


--------------

    Molti altri VIPs non hanno temuto il ridicolo dichiarando i loro incontri. I romani dicevano: <<Contra factum non est argumentum>> (Contro i fatti non esistono teorie). Questa è la base di ogni approccio serenamente scientifico.

   






TIPI DI INCONTRI



    E di che genere di incontri si tratta?


    Gli avvistamenti di UFO e gli incontri con alieni sono stati classificati secondo sette "TIPI", in base alla vicinanza e le conseguenze degli incontri stessi. Essi vanno dai semplici avvistamenti di UFO in cielo a contatti di una vicinanza incredibile con gli alieni.
  1. Semplice avvistamento di UFO: si tratta dell'avvistamento più frequente; talora effettuato anche da migliaia di persone
  2. Manifestazione UFO con prove, come ad es.: impronte sul terreno, cerchi nel grano, mutilazioni e uccisioni di animali, per prelievo di organi, mediante tecnologie laser; anche di questo esistono testimonianze, indagini e foto a volontà
  3. Vista di alieni: evento più raro
  4. Rapimento del testimone: "abduction"; in questi casi il testimone perde la cognizione del tempo e dello spazio; generalmente perde anche la memoria, che viene recuperata solo mediante regressione ipnotica. Questi rapimenti sono generalmente effettuati dai "grigi".
  5. Incontro bilaterale voluto uomo-alieno: tipica dei "contattisti" (vedi sotto): testimoni prescelti dagli alieni per intrattenere rapporti con loro, viaggiare negli UFO, ricevere e divulgare messaggi e conoscere aspetti della loro vita ed habitat. Questi incontri avvengono generalmente con alieni "nordici": i più evoluti.
  6. Incontro con effetti fisici per il testimone: certi contatti possono avere effetti fisici o fisiologici per i testimoni; essi possono essere conseguenza involontaria della tecnologia aliena, o possono essere procurati da impianti intracorporei effettuati dagli alieni
  7. Incontro sessuale; Ibridazione umano-aliena: è il fenomeno più raro e turbativo; gli alieni possono prelevare cellule germinali maschili o femminili dai testimoni, ovvero farli congiungere con loro esemplari, dando vita a ibridi (generalmente grigi). Esistono foto di feti alieni partoriti da donne e storie di esseri misti, che vivono ora su altri pianeti, come nel caso della sudafricana Elisabeth Klarer.


    Sicché esistono persone che hanno incontrato ed avuto scambi personali con gli alieni stessi?

    Certo: vengono chiamati "contattisti". Alcuni incontri sono del tutto spontanei e consenzienti, e sono effettuati da alieni fisicamente simili a noi ("nordici": vedi oltre); altri sono decisi unilateralmente dagli alieni, solitamente del tipo "grigio" e si configurano come un rapimento ("abduction") temporaneo (o, talora, definitivo). In questo caso gli alieni prelevano il testimone, senza nuocergli, ma usando delle energie che padroneggiano; talora il prelevamento avviene addirittura in casa del testimone; egli generalmente non ricorda quanto accaduto durante il rapimento, ma può farlo tramite sedute di regressione ipnotica.
    Il contattista Hector Galicia classifica i contati con gli alieni in tre modalità:

    Ci sono ricercatori che si sono dedicati specificamente ad intervistare ed a operare regressioni con i protagonisti di abductions. Ne ricordiamo alcuni: John E. Mack (americano 1929-2004), Mary Rodwell (australiana), Corrado Malanga (italiano).

   

Alcuni Contattisti famosi:

Coi Nordici:


     Daniel Fry (1908-1992, americano) parlò col marziano Alan il 4 Luglio 1949; Alan fa parte di una popolazione che visse su Marte, ma poi si è trasferita su grandi UFO, dove vive in modo indipendente da pianeti, ai quali attinge per alcune materie prime. Secondo  le sue esperienze ed informazioni degli alieni, gli UFO sono propulsi da una energia elettromagnetica naturale, accumulata in batterie; la forza usata agisce su tutti i contenuti, evitando così accelerazioni sui corpi interni; essi hanno un campo repulsivo sulla superficie esterna, che agevola la penetrazione nell'aria; la superficie degli UFO non va toccata: causerebbe problemi al fegato.
Questi alieni hanno UFO molto grandi, sui quali possono vivere in modo indipendente da qualsiasi pianeta, salvo per la raccolta di qualche materia prima.

    Alan sostiene che il comandamento dell'Amore andrebbe meglio visto come invito alla conoscenza e comprensione reciproca, da cui può discendere l'Amore; fondò l'associazione "Understanding" di persone interessate agli alieni.


Michael Salla

    George Adamsky (1891-1965, americano di origine polacca) è uno dei primi e forse il più famoso: é per lui che fu coniato il termine di "contattista" ; vide il primo grande UFO nel 1946, insieme ad altre persone, presso Monte Palomar, ca 150 km a sud di Los Angeles. Nel 1952 fu contattato dagli alieni, in presenza di testimoni, lasciandogli le sue impronte sul terreno e poi invitato a volare negli UFO; nel suo notevole libro "Inside the spaceships" descrisse dettagliatamente incontri, astronavi, viaggi ed un rinfresco vegetariano consumato con alieni di aspetto del tutto terrestre, anzi alcuni di essi viventi ed operanti tra noi. Essi sarebbero provenienti da pianeti del nostro stesso sistema solare: Venere, Marte, Saturno; percepiscono i nostri pensieri telepaticamente e vivono per centinaia di anni, mantenendo un aspetto di 20-30 enni. Hanno strumenti che, oltre che captare i nostri pensieri e discorsi anche a grande distanza, possono tradurli e presentarli come immagini. Adamsky descrisse la differenza tra le due facce della Luna prima che quella a noi invisibile fosse fotografata dalle sonde spaziali. Secondo i suoi amici alieni essa sarebbe utilizzata ed abitabile, con acqua. Gli mostrarono anche Venere in visione ravvicinatissima e constatò che ha vita simile alla nostra, con abitanti e paesi. Le persone su Venere vivono mediamente mille anni. I veicoli si muovono senza toccare il terreno, animati da energia analogamente al funzionamento degli UFO.
    Gli alieni contattati non si allarmano per la loro morte, perché conoscono l'eternità delle anime ed i meccanismi della reincarnazione.
Secondo loro, le persone evolvono anche reincarnandosi in pianeti diversi (come del resto risulta anche da comunicazioni di vari sensitivi e psicologi regressori). Gli UFO viaggiano sfruttando l'energia elettromagnetica presente in tutto l'Universo. Vi sono molti tipi di UFO: droni, piccoli ricognitori, astronavi madre e alcuni, grandi come città, trasportano migliaia di persone per scopi preminentemente istruttivi; questi più grandi non si avvicinano alla Terra. Negli UFO la luce è diffusa, senza sorgenti apparenti; non vi si percepiscono rilevanti rumori, nè accelerazioni collegate col moto. Alzando la loro frequenza gli UFO possono essere resi invisibili a noi.
Adamski si assunse l'incarico di divulgare i suoi incontri con gli alieni, per far saper della loro esistenza e preparare i terrestri a conoscerli. Arrivò perfino in Vaticano, per consegnare una lettera degli alieni nelle mani di papa Giovanni XXIII!


    Howard Menger (1922-2009, americano) Iniziò a vedere UFO all'età di otto anni, insieme a suo fratello. Un giorno un UFO, del diametro di circa tre metri, atterrò presso di loro, mentre uno più grande stava in cielo, poi entrambi volarono via. Nel 1932, quando aveva dieci anni, incontrò una bellissima donna aliena sui 25 anni, in una tuta tipo sci, verso la quale provò grande attrazione. Essa dimostrò di conoscerlo bene e gli assicurò la protezione aliena. Nel 1942, mentre era sotto le armi, fu avvicinato da un alieno, in abiti terrestri, presso El Paso, e poi, nelle Hawaii, da una donna; entrambi gli predissero le sue successive destinazioni; poi a Okinawa ne incontrò un altro, proveniente da Venere; quegli incontri lo allenarono anche a udire chiamate telepatiche. Gli alieni gli fornirono insegnamenti positivi e spirituali, simili a quelli avuti dagli altri contattisti. Nel 1947, nel New Jersey, vide un UFO atterrare; da esso scesero due uomini e la donna di 14 anni prima, che aveva conservato l'aspetto da 25enne, ma disse di avere oltre 500 anni. Nel 1956 fu invitato a bordo di un'astronave, che lo portò presso la Luna e Venere, su cui notò delle costruzioni, acqua e boschi. Continuò ad avere incontri e fare brevi viaggi sugli UFO ed a collaborare con gli alieni  venusiani e marziani, procurando loro abiti terrestri e posizionando apparecchi per rilevamento di pensieri umani a distanza.
    Menger, in un altro viaggio, fu portato, con altri visitatori di varie nazionalità, sulla Luna, su cui poté vivere normalmente per qualche giorno, dopo una apposita preparazione del suo fisico durata oltre una settimana. Gli rivelarono che molti alieni vivono in mezzo a noi, sia portati da UFO che incarnatisi ad hoc. Gli alieni gli dissero che noi non potremo usare l'energia elettromagnetica come loro finché non avremo superato i nostri conflitti.
Incontrò, insieme ad altri testimoni, altri alieni, che gli parlarono di Dio e degli argomenti correlati, nei termini comuni a tanti altri contattisti. Gli fu spiegato che stanno facendo un lavoro graduale di avvicinamento agli umani più aperti alla vita extraterrestre, per rendersi noti a più persone possibile, dato che se si mostrassero apertamente a tutti spaventerebbero molte persone e la paura è controproducente.
    Menger (ed altri) scattò varie foto e filmati*, ma esse non sono di grande qualità; gli alieni gli spiegarono che il campo elettromagnetico degli UFO distorce la fotografia. Scrisse un notevole e dettagliato libro sui suoi incontri: "From outer space to you". Dopo un particolare tocco alieno, Menger si ritrovò capace, involontariamente. di teletrasportarsi. Venne anche portato sulla loro astronave fino a Venere, in un viaggio di andata e ritorno che, secondo il suo orologio, durò mezz'ora; vi vide boschi, centri abitati, veicoli che si  muovevano senza toccare il suolo.  Successivamente  furono invitati anche altri testimoni scelti a vedere UFO atterrati ed alieni.
Poi guadagnò facoltà introspettive, che gli permisero di scoprire di essere vissuto su Saturno ed essersi volontariamente incarnato sulla Terra come walk-in nel corpo del bambino "Howard Menger", appena morto all'età di un anno.
(* questo link porta ad un video, che contiene anche una sonata per piano, molto bella, ispirata a Menger da un altro pianeta; egli non sapeva suonare, ma imparò spontaneamente, a seguito dei suoi incontri)


    Buck Nelson (1895-1982, americano) lavoratore del Missouri, nel 1954 fu contattato da tre alieni venusiani di aspetto umano con un cane; uno di loro era veramente un ragazzo nato in Colorado e lontano parente di Nelson; egli fu portato, consensualmente, su Venere e vive lì da quando aveva 17 anni; essi lo visitarono ripetutamente, nella prima visita, lo investirono con un raggio caldissimo, che lo guarì di alcuni problemi; successivamente gli consegnarono le "Dodici leggi di Dio" (simili ai dieci comandamenti) e ammonirono l'umanità sull'uso dell'energia atomica, che aveva già distrutto altri pianeti. Poi, nel 1955, lo condussero, insieme al suo cane, a visitare Marte, Venere e la Luna, in un viaggio di tre giorni, durante i quali gli furono offerti vari pasti e dormì. Sulla sua avventura scrisse nel 1956 il libro: "My trip to Mars, the Moon and Venus". Esso riferisce  stringatamente le sue esperienze, simili a quelle di altri contattisti, nonostante Nelson (che aveva la sesta elementare) non avesse mai neppure sentito parlare di UFO ed Alieni, tanto che inizialmente chiamò l'astronave "la Cosa". Gli fu offerto del denaro perché smettesse di parlare di UFO, ma egli rifiutò e continuò a fornire i messaggi che gli alieni gli avevano chiesto espressamente ed insistentemente di dare all'umanità.
    Alcune informazioni specifiche includono il fatto che gli UFO decollano meglio dalla Terra, intorno alla mezzanotte e visitano preferibilmente luoghi terrestri aventi proprietà magnetiche particolari. Nell'astronave non funzionano orologi terrestri, nè altri mezzi elettronici, a causa del magnetismo interno, mentre su Venere si usano orologi con 17 ore diurne (ed altrettante notturne).

orologio venusiano
Disegno di orologio venusiano a 17 ore

    Buck fu invitato a provare la guida  dell'astronave
, senza alcuna istruzione; essa si rivelò facilissima  ed a prova di errore.
    I venusiani non hanno medici, e rarissime malattie e si curano da soli, con  mezzi naturali; per esempio le vibrazion i dell'oro sono buone per il corpo; non praticano sports competitivi, in quanto essi stressano il corpo. Essi lavorano solo da una a tre ore al giorno. Praticano una spiritualità priva di immagini religiose e con minima ritualità. Hanno una macchina, simile ad un televisore, che può presentare il contenuto di un libro, le sue immagini e suonare delle musiche.
    Gli extraterrestri dissero che le piramidi furono costruite usando la forza magnetica che loro usano per sollevare gli UFO.
    Nel 1956 circa 1500 alieni da Marte e Venere vivevano già negli USA per aiutare l'umanità


    Truman Bethurum (1898-1969, americano) iniziando dal 1952, ebbe undici incontri con piccoli alieni del pianeta che essi chiamano "Clarion" (invisibile dalla Terra), usciti da un UFO del diametro di 90 metri circa, alto circa 6m al centro. Li descrisse nel suo libro "Aboard a flying saucer" ed altri. Gli alieni, capitanati da una bella donna: Aura Rhanes,  avevano un aspetto simile agli italiani e potevano parlare inglese. Gli dissero che la Terra è l'unico pianeta su cui ci sono ancora conflitti e che non ha mezzi di trasporto interplanetario. Quegli alieni hanno aspetto giovanile, ma età avanzata; possono leggere nel pensiero anche a grande distanza e vedere, con un apparecchio, qualsiasi cosa, in qualsiasi epoca.

 

    Frank Buckshot standing horse (1891-1977, amerindo, capo Sioux: "cavallo eretto")  nel 1959 tre extraterrestri di forma umana lo visitarono a casa sua; poi lo condussero alla loro astronave dal diametro di circa 80 metri, dove c'era una bellissima donna alta dagli occhi azzurri e capelli neri lunghi. Lo portarono a vedere Marte, Venere, la Luna, Clarion e Orean. Successivamente, in un altro viaggio lo condussero a vedere Giove, in un'astronave a forma di freccia lunga 21 miglia.


     Sixto Paz Wells (Peruviano) Incontrò, nel 1974, nel deserto del Perù, alieni umani provenienti dalla costellazione di Orione ed aventi una base sul satellite di Giove "Ganimede", che loro chiamano "Morlen"; anche in questo caso, come per gli altri pianeti del sistema solare, Ganimede sarebbe inospitale per noi, ma loro ci vivono, avendo creato un microclima adatto, con sistemazioni simili alle nostre, che Paz Wells vide, avendoci viaggiato a bordo dell'astronave aliena e soggiornato per un tempo apparente di cinque giorni. Lì gli edifici son tondeggianti, perché gli alieni sostengono che angoli e spigoli intrappolano le negatività.
    Anche questi alieni comunicano per via telepatica e sono in grado di modificare le vibrazioni dei loro corpi e di smaterializzarli. Paz Wells fu accompagnato da molte persone nei suoi molteplici avvistamenti di UFO.

    Carlos Diaz (messicano) Sembra essere il contattista più controllato del mondo; le sue foto e i suoi stessi incontri (a Tepoztlan, dal 1981)  sono stati testimoniati da studiosi di tutto rispetto, come: docenti universitari, funzionari della NASA. Diaz avrebbe viaggiato negli UFO ed è stato perfino in grado di avere appuntamenti con gli alieni, ai quali hanno potuto presenziare testimoni qualificati. 


   Elizabeth Klarer (1910-1994, sudafricana)  sostenne di essere stata contattata personalmente nel 1954 dall'alieno Akon; con lui avrebbe avuto una relazione sarebbe andata a vivere sul pianeta Meton, del sistema Alfa Centauri; lì ebbe un figlio: Ayling, che rimase col padre, mentre la madre dovette tornare sulla Terra a causa di difficoltà di adattamento del suo fisico al nuovo pianeta. La Klarer scrisse un interessantissimo libro: "Beyond the light barrier" sulla sua incredibile avventura.

 

    Cynthia Appleton (britannica) nel 1957 vide un alieno entrato in casa propria senza passare dalla porta; telepaticamente le disse di venire da Venere; precisò che i terrestri stanno sbagliando nel tentare viaggi interplanetari con i loro missili, contrastando la forza di gravità: dovrebbero, invece, usare una via "laterale", utilizzando l'energia che abbonda nell'etere e specialmente in fondo al mare; le mostrò una visione olografica (ante-litteram) dei loro UFO.
    Cynthia ricevette varie altre visite aliene, fino al 1958, anche di altre persone, sia con apparizioni in casa, che con metodi tradizionali, vestiti come noi, arrivati in automobile. Il loro messaggio è ancora di Amore e collaborazione; le dissero molte altre cose, tra cui che il tempo è un'illusione umana e le suggerirono un metodo per curare il cancro, che però lei non riuscì a ricordare.


  George Van Tassel  (1910-1978, americano) Nel 1947 fu invitato a bordo di un UFO, da un alieno di nome "Solganda", proveniente da Venere, descrisse l'UFO in modo simile agli altri contattisti. Sostenne anche di essere in contatto con Ashtar Sheran: il comandante della flotta intergalattica, che poi molti altri testimoni dicono di aver contattato e da cui aver ricevuto messaggi di tenore elevato. Ashtar è forse il più famoso alieno dell'ufologia, proverrebbe da Metharia: un pianeta di Alfa Centauri. Nel 1994 un gruppo di seguaci di Ashtar prese parte ad un volo attorno alla Terra, a bordo di un UFO. Van Tassel riportò i messaggi ricevuti nel libro "I rode a flying saucer".


  Eugenio Siragusa  (1919 - 2006, italiano) E' il contattista italiano più noto. Nel 1951 vide un UFO nel cielo di Catania e fu investito da un raggio luminoso che lo cambiò. 1962 ebbe il suo primo incontro con due alieni nordici sull'Etna, che gli dettarono un messaggio da consegnare ai capi di stato, per il disarmo nucleare. Alcuni di loro gli prestarono attenzione. Da allora fu ispirato a conoscere molte cose sulla scienza e sul passato della Terra, inclusi Atlantide, Lemuria, Mu. Diventò consapevole di sue vite precedenti. Continuò ad incontrare alieni, che gli parlarono sopratutto di insegnamenti spirituali. Fondò il CSFC "Centro Studi Fratellanza Cosmica". Tra le tante cose, Siragusa confermò quanto riportato da altri contattisti, cioè che gli UFO possono passare da uno stato fisico ad uno sottile, scomparendo dalla vista.


  Orfeo Angelucci (italo-americano) Nel maggio 1952 ebbe il suo primo contatto con gli alieni, che gli trasmisero immagini e dichiarazioni mentre lui stava viaggiando in macchina; gli dissero di essere amici preoccupati per la situazione terrestre e di volerci aiutare, che i loro UFO potevano rendersi visibili e invisibili. Due mesi dopo, mentre camminava a Los Angeles, si trovò ad entrare in una nube, comparendo poi all'interni di un'astronave; essa, rapidissimamente lo portò a distanza dalla Terra, che egli vide dall'oblò; gli dissero che era stato scelto per divulgare il loro messaggio. Gli raccontarono anche che i terrestri un tempo abitavano un pianeta ("Stella del Mattino") che stava felice in un'orbita tra Marte e Giove, ma essi si dedicarono a conflitti tali da distruggerlo, trasformandolo in una cintura rocciosa orbitante. Essi si sono poi reincarnati sulla Terra. Angelucci incontrò ancora gli alieni, sia in forma fisica corrente, come una persona delle nostre, sia venendo portato sul loro pianeta.


    Maurizio Cavallo  Nel 1981  fu invitato a bordo  di un'astronave aliena, che lo condusse  sul pianeta Clarion, della costellazione dell'Aquila, distante 150.000 anni luce dalla Terra. Da allora è in contatto con alieni di vari mondi, di aspetto umano e ci fornisce informazioni analoghe agli altri contattisti: in quei pianeti di livello astrale non si usa denaro, si lavoro poche ore, si sviluppano le arti; non si fanno matrimoni, ma unioni spontanee, basate sull'affinità energetica e senza possessività o gelosie; le unioni sono separabili senza traumi; i bambini sono allevati dalla comunità, diventanoadulti in meno di due anni e non devono andare a scuola, ma crescono con la musica. Vivono per millenni del tempo terrestre.


   Giorgio Dibitonto (italiano) Dal 1980, insieme ad altri compagni, incontrò ripetutamente gli alieni sulle colline liguri. A loro essi si presentarono come angeli: gli stessi della tradizione religiosa, annunciando una Nuova Terra e spingendo per una conversione umana.


  La famiglia (di cui non si fa il cognome) degli inglesi John, Gloria, Natasha, Tanya e Frances stava viaggiando in macchina il 19 giugno 1978 da Reading verso Gloucester, quando fu seguita da un UFO, che finì per prelevarli per quasi un'ora, senza che loro poi lo ricordassero. La storia si potè ricostruire solo mediante l'ipnosi regressiva. Essa fece loro scoprire di essere stati a bordo di un'astronave di profughi del lontanissimo (migliaia di anni-luce) pianeta Janos, distrutto da una delle sue lune. I suoi abitanti, di aspetto simile al nostro, avevano predisposto per tempo una grande flotta per allontanarsene . Gli alieni li esaminarono e poi mostrarono loro film della storia del loro pianeta.



    Ivan Martinovic Gartvic (russo) contadino, raccontò ad Orazio Valenti, a cui era stato segnalato, di aver visto un UFO, da cui scese un alieno umano, che lo portò sul suo veicolo a forma di fuso, lungo circa 30 m. Lo condusse a vedere il suo pianeta, volando basso, con case ed animali (alcuni simili ai nostri, altri sconosciuti).Gli spiegò i loro approcci evoluti, che ricalcano quanto detto da tanti altri alieni nordici, inclusi i messaggi di pace e spiritualità.



Coi grigi:


    Riley Martin (1946-2015, americano, figlio di misti amerindi) Iniziò a vedere degli UFO nel 1953 all'età di sette anni, nella campagna dell'Arkansas. Dopo alcuni avvistamenti notturni a distanza, egli andò incontro ad un UFO atterrato nelle vicinanze; ne scesero alieni piccoli, del tipo "grigio", che lo prelevarono, portandolo a bordo, dove lo misero nudo su un tavolo. Riley dimenticò i particolari di quel prelievo, che riemersero, come in altri casi di addotti, tramite delle sedute di regressione ipnotica, nel 1988.
  All'interno dell'Ufo c'erano anche alieni alti, molto brutti, che lo esaminarono dettagliatamente e prelevarono vari campioni di capelli, unghie, saliva e frammenti di pelle. Loro lo rassicurarono telepaticamente. Poi lo condussero in volo nello spazio, insieme ad altri tre UFO e lui vide la terra piccola come una palla da golf. Giunsero in vicinanza di Saturno, dove gli alieni hanno un'astronave madre.


  Marina Tonini (italiana) Nel 2009 fu prelevata dal letto di casa sua e trasferita su un'astronave, che la portò velocissimamente su Sirio B, dove vivono gli alieni umanoidi alti che la prelevarono. Essi hanno interessi spirituali e cercano di diffondere l'informazione della loro esistenza e della necessità di un progresso spirituale per la Terra

Michael Salla
  

   Non possiamo essere sicuri che tutti i contattisti siano persone genuine e veritiere, anzi certamente fra loro ci saranno degli imbroglioni, magari qualche imbroglio lo avranno fatto anche i contattisti veri, in base alla sindrome della notorietà: quando uno diventa famoso e tutti si aspettano prodigi da lui, magari lui si aiuta un po' con qualche trucchetto, per non deludere la gente e non fare brutta figura. E' quanto accade anche a certi medium famosi.

    Tuttavia, quando ci sono tante notizie, qualcosa di vero ci deve essere!


    Oltre agli avvistamenti di UFO ed agli incontri con alieni, ci sono altre prove del loro intervento; per esempio i cerchi nel grano.

tipici cerchi nel grano

Tipici cerchi nel grano (crop circles)









DA DOVE VENGONO?



    Da dove vengono? Da altri pianeti?

  
    Essi possono abitare su pianeti lontani o vicini, come quelli del nostro sistema solare

    Ma come fanno ad abitarci se Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, ecc. sono inospitali (hanno condizioni ambientali proibitive per organismi simili al nostro, per esempio su Venere c'è una pressione atmosferica oltre 90 volte quella terrestre e il 96% di CO2, senza ossigeno; la sua temperatura supera i 450°C)? Gli astronomi dicono che i pianeti abitabili più vicini distano molti anni luce dalla Terra!

    Probabilmente vi abitano con corpi astrali, in città astrali, a noi normalmente invisibili; inoltre essi hanno spesso alcune altre facoltà proprie del mondo astrale, quale quella di attraversare i corpi solidi terreni; questo spiegherebbe come fanno a comparire all'interno delle abitazioni, senza aprire porte o finestre. Talora sono stati visti farlo dai testimoni umani, a cui trasmettono la stessa facoltà. Possono rendersi visibili a noi, secondo opportunità, abbassando la vibrazione dei loro corpi.

    C'è chi risolve la questione delle distanze con una spiegazione puramente dimensionale:

Gli alieni non arrivano da altri mondi fisici, ma da altri mondi sottili.

       Questa teoria è sostenuta da molti sensitivi e spiritualisti, tra cui Anne Givaudan e il famoso scrittore Sir Arthur Conan Doyle, che trasmise alla medium Grace Cooke le sue informazioni dall'Aldilà.

    Un'altra idea sulla velocità di arrivo degli UFO è quella secondo cui, pur provenendo da lontano, essi vivono sulla Terra, in basi nascoste, per lo più sottomarine. UFO sono stati visti più volte inabissarsi o emergere dal mare; anzi molti casi di scomparsa di imbarcazioni sono state attribuite al loro coinvolgimento in tali inabissamenti, come nel "triangolo delle Bermude", nelle cui profondità potrebbe celarsi una base UFO; un'altra è il "triangolo del drago", presso le coste giapponesi, un'altra sarebbe al largo della California, ecc..

 

    Riguardo alla Luna, posso ricordare che esistono foto NASA di installazioni fisiche visibili anche ad occhio ed un lungo catalogo di eventi anomali osservati per oltre quattro secoli; Milton Cooper, ex ufficiale dei servizi segreti dell’US AIR FORCE, ha dichiarato sotto giuramento nel 1989, che il governo degli Stati Uniti è a conoscenza di basi aliene sulla Luna. Egli fu ucciso nel 2001. L'esistenza sulla Luna di aspetti naturali, come i fiumi - visibili con occhi non fisici - fu confermata anche da Sai Baba.

    Neil Armstrong: il primo astronauta a metter piede sulla Luna (1969), riferì di avervi visto grandi astronavi aliene.







COME SI MUOVONO?




        Come sono fatti gli UFO?

    Se ne riportano vari tipi. I più frequenti sono di due dimensioni: Le astronavi "madri", spesso a forma di sigaro: grandi varie centinaia di metri; esse generalmente restano lontane dalla superficie terrestre, magari fuori dall'atmosfera; esse trasportano molti dischi volanti: piccoli "ricognitori", che possono trasportare poche persone ed hanno un diametro di 10-20m.

Come fanno le astronavi aliene a volare così velocemente (più della velocità del suono) ed a compiere virate così improvvise?

    Secondo i rapporti dei contattisti, userebbero dei motori di tipo a noi ancora sconosciuto, che utilizzano l'energia cosmica, elettromagnetica; gli UFO, quando si avvicinano ai nostri mezzi di trasporto, agli edifici e perfino alle basi militari ne causano involontariamente il black-out, perché ne assorbono l'energia. Inoltre l'energia motrice abbraccerebbe anche i contenuti degli UFO, superando così i problemi di accelerazione. Nello spazio gli UFO possono muoversi secondo leggi che superano quelle a noi note.

      E' mai accaduto che un UFO sia precipitato?

    Certo! L'incidente più famoso è la caduta di un UFO nel deserto del Nuovo Messico a 55 km da Roswell, , il 5 luglio 1947. L'incidente fu dapprima dichiarato dalle autorità, per poi essere smentito ufficialmente, mascherandolo come la caduta di un pallone sonda e cercando di tacitare, con ordini, minacce e regalie, tutti i numerosi testimoni (nativi, proprietario del terreno, vigili del fuoco, poliziotti e militari). 

l'UFO caduto presso Roswell

Foto dell'UFO caduto presso Roswell

Cinquanta anni dopo, nel 1997, con l'avallo del suo comandante Gen. Arthur Trudeau e l'aiuto di tutti gli enti militari, uscì il libro "Il giorno dopo Roswell", scritto  da un ufficiale dell'esercito USA: Philip Corso, a cui furono affidati (nel 1959, nella sua qualità di capo dell'ufficio "Tecnologie straniere" del Dipartimento "Ricerca e Sviluppo" dell'Esercito USA) molti dei resti e dei documenti sull'accaduto. Esso riporta - tra l'altro -  che in quell'incidente morirono quattro alieni (grigi); di uno di essi esiste il filmato dell'autopsia; di un altro, Corso vide il cadavere conservato in un liquido; forse se ne salvò uno. Alcune tecnologie aliene furono recuperate dall'UFO, che era quasi integro (conservato nel "Museo della tecnologia aliena"  della base aerea di Norton, accessibile solo a personale munito di Nulla Osta per la Sicurezza e vincolato al segreto). Tali tecnologie furono analizzate ed usate dagli americani (es.: laser, circuiti stampati, microchip, fibre ottiche, visori notturni), che però non sembra che finora siano riusciti ad utilizzare praticamente le tecniche fondamentali di volo degli UFO, che riconobbero essere basate sull'elettromagnetismo e la propulsione gravitazionale (altrimenti non spenderebbero miliardi di dollari per progettare una spedizione umana verso Marte, per il 2030, con le tecniche usate finora)..
    Più recentemente alcuni alieni hanno anche fornito, al contattista Stan Romanek, delle equazioni che dovrebbero spiegare qualcosa su questo argomento, ma gli esperti, pur riconoscendone la validità, non sono riusciti a ricavarne un quadro completo ed utile.

    Un altro libro sulle testimonianze riguardanti Roswell è uscito più recentemente ad opera di T. Carey e D. Schmitt: "Witness to Roswell".

    Molti altri incidenti sono stati elencati, in ogni parte del mondo, inclusa l'Italia fascista. Pare che Mussolini avesse costituito un comitato apposito per lo studio dei fenomeni extraterrestri, denominato "Gabinetto RS 33", guidato da Guglielmo Marconi







CHE ASPETTO HANNO?



    Che aspetto hanno gli alieni?

    Gli alieni, talora chiamati EBE (Extraterrestrial Biological Entity = Essere Biologico Extraterrestre) hanno vari aspetti fisici, perché vengono da posti diversi; d'altra parte anche noi terrestri abbiamo aspetti fisici diversi, pur provenendo dallo stesso pianeta. Lo IUFOB (International UFO Bureau) li ha schematizzati in Gruppi.

    Ci sono alcuni molto simili, anzi identici ed indistinguibili da noi ed altri tanto diversi da apparire mostruosi.

    Quelli simili a noi (gruppo B) sono quelli provenienti dal nostro sistema solare (ad es.: Venusiani), poi i Pleiadiani, Altariani, Pegasiani,  Cassiopeiani , ecc. Essi sono "buoni", spirituali e cercano di aiutarci, proteggendoci dai "cattivi"; essi vengono anche chiamati "Fratelli dello spazio". Parecchi di loro si incarnano, o vengono portati sulla Terra per mescolarci con noi ed aiutarci, svolgendo attività normali nella società umana. L'hacker britannico Gary Mckinnon, nel 2000, riuscì ad entrare nei computer del Pentagono e si sorprese nel trovarvi - tra l'altro - un foglio elettronico elencante i nomi di alcuni ufficiali "NON TERRESTRI".

foto di aliena di aspetto umano

extraterrestre di aspetto terrestre

    Poi ci sono i "grigi" (gruppo A): i più noti, di bassa statura con teste a pera rovesciata e grandi occhi; sembra non siano tanto buoni, né cattivi; molti sostengono che siano dei servitori di altri alieni e che abbiano problemi riproduttivi, o che siano addirittura dei "robot biologici"; rapiscono le persone per ricavarne cellule sessuali e praticare la riproduzione artificiale o ibrida.

alieno grigio
tipico alieno grigio


         Tante altre specie poco viste (gruppo C), sono state classificate. Alcuni pare siano "cattivi", come i: Satanidi, Ofiuchi, Luciferini, Sauroidi, Rettiliani, ecc.  






CHE INTENZIONI HANNO?




    Ma insomma che intenzioni hanno questi alieni? Ci vogliono attaccare?


    Alcuni forse ci potrebbero invadere e schiavizzare, ma ciò è evidentemente impedito dai Fratelli dello spazio, che - anche se non ce ne rendiamo conto - ci proteggono ed aiutano. Se così non fosse, evidentemente ci avrebbero già invasi e sottomessi, data la loro tecnologia enormemente più avanzata della nostra. E' stato detto a qualche contattista che essi cercano anche di ingannare gli umani, presentandosi sotto mentite spoglie. Per difendersi occorre mantenere pensieri elevati.

    I fratelli dello spazio non solo sono generalmente amichevoli, ma, secondo i colloqui avuti con i contattisti, dimostrano uno stato di coscienza nettamente superiore al nostro medio, che li pone in condizione di essere assolutamente pacifici, unitari ed in costante comunione con Dio. Essi desiderano aiutarci ad elevarci spiritualmente, conquistando un livello superiore di coscienza, che ci porti ad un comportamento migliore.

    Secondo le regressioni dei componenti della citata famiglia inglese, alcuni di loro sono profughi dal pianeta Janos,  distrutto dall'esplosione di un suo satellite. Essi sarebbero parcheggiati nel nostro sistema solare, con la loro flotta di grandissime astronavi, in attesa di poter sbarcare e sistemarsi sulla Terra.







CONCLUSIONI



    Concludendo e riassumendo, in base alla vastissima messe di testimonianze, possiamo dire che:











APPENDICE I



BASE UFO IN ANTARTIDE
(da "Alla scoperta della Terra Cava" di C. Paglialunga)


    Recentemente è uscito un diario segreto e postumo dell'ammiraglio americano Richard E. Byrd. Egli sorvolò il polo sud nel Febbraio del 1947, facendo una scoperta eccezionale, che tenne segreta per il resto della sua vita, insieme ai pochi membri del suo equipaggio:
     Mentre volava sulla terra ghiacciata, si imbatté in una zona verde, con un fiume e degli animali, tra cui un mammuth; scendendo a 300 m dal suolo, per vedere meglio, registrò una temperatura esterna di 24°C! e Vide una città scintillante di edifici di cristallo colorato. Al suo aereo si affiancarono degli UFO e ricevette un messaggio di benvenuto attraverso la radio di bordo. Sul suo aereo si spensero i motori, ma esso restò in aria e venne fatto atterrare verticalmente da una forza esterna.
    Gli si avvicinarono degli uomini altissimi e biondi; L'equipaggio fu accompagnato su un hovercraft verso la città, dove fu loro offerta una deliziosa bibita calda. L'ammiraglio fu condotto in una magnifica sala sotterranea, al cospetto di un "Maestro", che gli parlò del Mondo Sotterraneo della Terra e gli disse che dopo le esplosioni nucleari di Hiroshima e Nagasaki, loro, Alieni, si erano preoccupati ed avevano recapitato messaggi di preoccupazione ai capi di stato, perché abbandonassero le bombe atomiche, ma essi li avevano ignorati. Byrd doveva dare quel messaggio al mondo.
    Gli alieni hanno quindi delle basi sotterranee, da cui sorvegliano la Terra ed eventualmente si preparano ad accogliere i superstiti di un conflitto nucleare. Chiamano questa Terra sotterranea "Agartha" e la sua capitale "Shambhalla". Questa terra sotterranea è illuminata naturalmente, in modo che sia sempre giorno, con temperatura di 24°C. Gli abitanti vivono migliaia di anni, pur mantenendo un corpo di trentenni.
    Poi Byrd e i suoi furono ricondotti al loro aereo, che fu fatto decollare in verticale, per poi tornare al volo usuale.
    Byrd fece dettagliato rapporto allo Stato Maggiore del Pentagono, ma gli fu ordinato di tenere il segreto.


    Prima che fosse rivelato il diario di Byrd, nel 1987, Anne e Daniel Meurois-Givaudan scrissero il libro "Viaggio a Shambhalla", in cui  descrivono una loro esperienza OBE (viaggio astrale), mediante la quale visitarono il regno di Agartha e Shambhalla, entrandovi non dall'Antartide, ma dall'Himalaya. Anche loro descrivono situazioni analoghe e fu detto loro che quella realtà si colloca in uno stato vibratorio superiore a quello terreno, ma generalmente inferiore a quello astrale. Questa mi sembra una spiegazione di molti enigmi alieni. Nel loro viaggio, gli autori visitarono anche il pianeta Venere, che risultò abitato, sempre ad un livello vibratorio superiore, confermando le comunicazioni aliene di tante altre fonti. Queste informazioni sono ulteriormente arricchite nel libro di Anne Givaudan "Alleanza". In esso, tra l'altro, si precisa che i venusiani hanno dei visori che consentono loro di vedere a grande distanza ciò che accade sulla Terra e di zoomare sui particolari, udendo le conversazioni; possono anche rivivere eventi passati. Sulla faccia invisibile della Luna ci sarebbero basi spaziali di varie civiltà aliene. Gli alieni indossano cinture munite di pietre preziose, che emanano vibrazioni utili.

   








APPENDICE II


SETTE STATI di COSCIENZA

(da "Conversazioni con L'IO")


Un modello illustrativo dei diversi stati di coscienza che l’uomo puo’ raggiungere e’ il seguente, basato su sette stati di coscienza:

I primi tre sono noti a tutti. Il primo e’ quello piu’ usuale: la veglia; il secondo e’ quello di sonno (senza sogni); il terzo e’ il sogno; quando sogniamo crediamo di vivere una realta’ simile a quella della veglia, poi ci svegliamo e pensiamo: <<era solo un sogno>>.

Il quarto stato di coscienza e’ quello di sospensione momentanea dell’attività pensante (ottenuto durante la meditazione o' raggiunto spontaneamente per caso ed inconsciamente, varie volte al giorno) e disidentificazione dall’ego; uno stato in cui ci si rende conto di non essere il corpo o' la mente, ci si osserva come dall’esterno.

Il quinto - chiamato talora: “coscienza cosmica” - consiste nel restare in uno stato simile al quarto, ma permanentemente, dalla mattina alla sera e dalla sera alla mattina, cioe’ anche nel sonno.

Il sesto – chiamato "coscienza divina" - e’ uno stato in cui si percepisce la natura divina in ogni cosa nella creazione; il bello, l’armonia, la vita diventa nostro costante patrimonio.

Nel settimo stato - la "coscienza dell’unità" - tutto si rivela come noi stessi; ogni cosa creata e Dio stesso sono tutt’uno con Me.









APPENDICE III


LA VITA SU VENERE



    Sulla base dei rapporti dei contattisti e delle descrizioni già citate sulle OBE dei Givaudan, possiamo sintetizzare le caratteristiche della vita degli alieni, con particolare riferimento ai venusiani, sui quali sono disponibili maggiori informazioni; tuttavia crediamo che  tali caratteristiche possano essere applicabili a molti altri alieni, dato che le descrizioni su di essi sembrano concordi.










APPENDICE IV


VELOCITA' E TEMPO





    Già dai tempi di Einstein abbiamo capito che il tempo è un concetto indefinibile quanto relativo. I fenomeni ufologici ce lo confermano ed ampliano tale impressione.
    La velocità è il rapporto tra lo spazio percorso da un oggetto ed il tempo impiegato per percorrere quello spazio.
    Secondo Einstein la massima velocità raggiungibile (e solo teoricamente) è quella prossima a quella della luce: 300.000 km/secondo
   Poiché molti pianeti da cui gli alieni sostengono di provenire si trovano a molti anni luce dalla Terra (distanze che ci vorrebbero anni per percorrerle sia pure alla velocità della luce), gli "scienziati" ortodossi rifiutano apoditticamente la possibilità di provenienze aliene extra sistema solare. La realtà delle testimonianze ci dice invece che gli alieni vengono anche da altre galassie!
    Per immaginare come sia possibile superare questo scoglio sono state ipotizzate delle teorie, quale quella della "curvatura dello spazio".
    Il libro "I dischi volanti sono atterrati", di Leslie e Adamski menziona (p. 189) un esempio elementare, che potrebbe illustrare il concetto di un diverso approccio alle leggi universali:
    Immaginate un disco di vinile: un LP a 33 giri, che contenga dieci canzoni. Se noi vogliamo ascoltare il disco dall'inizio alla fine, impiegheremo circa mezz'ora (dato che solitamente una canzone dura tre minuti); perciò possiamo dire che la velocità del grammofono è di 10 canzoni /mezz'ora, (o venti canzoni/ora); potremmo accelerare la riproduzione, come si faceva commutando la velocità del grammofono da 33 a 45, o 78 giri/min  (ottenendo una riproduzione ridicolmente distorta). Anche se il grammofono avesse un comando che permettesse di aumentare a piacere la velocità di rotazione, incontreremmo un limite insormontabile, oltre il quale la puntina non potrebbe più restare nel solco del disco e salterebbe via.
     Se però ci spostiamo dalle due dimensioni (il piano orizzontale del disco), usando anche una terza dimensione (quella verticale), possiamo sollevare il braccetto del grammofono alla fine della prima canzone e poggiarlo all'inizio della traccia dell'ultima canzone, saltando le otto intermedie; quindi la sequenza temporale, che poteva sembrarci inevitabile, viene annullata e noi ci ritroviamo istantaneamente all'ultima canzone, senza dover aspettare la riproduzione delle otto intermedie.







APPENDICE V


AUTOPSIA DI UN GRIGIO



    Nel Luglio 1947 un disco volante cadde nel deserto del Nuovo Messico a 55 Km dal paese di Roswell. Nel disco c'erano cinque alieni del tipo "Grigio", dei quali almeno tre morirono nell'impatto, uno fu ferito da un soldato, mentre cercava di scappare e probabilmente morì poco. Le forze armate USA requisirono tutto ed effettuarono l'autopsia di alcuni cadaveri.


autopsia alieno

Foto dell'alieno sul tavolo dell'autopsia

Le risultanze di esse sono descritte brevemente nel libro "Il giorno dopo Roswell", pubblicato solo nel 1997 da Philip Corso: un ufficiale dell'esercito USA che fu incaricato di studiarne i rapporti dodici anni dopo. Da quel libro ed altre testimonianze risulta che quei grigi (gli unici di cui sia disponibile questo genere di informazioni) hanno:


Un altro reperto relativo ai grigi fu trovato nel 1996 in un bosco della Russia da una donna anziana: Tamara Vasilievna Prosvirina. Essa vide un "neonato" in terra, vivo, lungo 25 cm, e lo portò a casa, per prendersene cura, come fosse un suo figlio, chiamandolo "Aleshenka". Lo mostrò anche a sua nuora e ad un'altra persona: Vladimir Nurdinov. Poi la donna fu trasferita in ospedale psichiatrico. Quando la nuora lo seppe, andò a casa della suocera, per occuparsi del piccolo, ma lo trovò morto e mummificato. Il cadavere arrivò nelle mani dei medici, che lo esaminarono, concludendo che non era umano.

una delle tante foto di Aleshenka
una delle tante foto di Aleshenka

Un altro scienziato si offrì di esaminarne il DNA, ma durante il trasferimento nel suo laboratorio il corpo di Aleshenka fu sottratto secondo alcuni dagli alieni, secondo altri dai servizi segreti.  Tamara Vasilievna Prosvirina, il 5 agosto 1999, fuggendo dall'ospedale alla vigilia di un'intervista richiesta da alcuni giornalisti giapponesi, fu ...  investita da un'auto e morì.
 Infine si ritrovò la copertina in cui Aleshenka fu avvolto; in base alle cellule rimaste attaccate alla copertina,  fu finalmente fatta l'analisi del DNA, che si dimostrò sconosciuto alla scienza.





APPENDICE VI



LE DODICI LEGGI DI DIO

SECONDO I VENUSIANI

(dal libro di Buck Nelson "My trip to Mars, the Moon and Venus")



     Prima di portarlo con loro in una visita interplanetaria, i venusiani che contattarono Buck Nelson gli fecero copiare le leggi fondamentali del loro comportamento. Come si può vedere dal confronto che ho fatto, esse sono praticamente le stesse del Decalogo ebraico-cristiano, integrate da altri insegnamenti biblici.


N. Legge
Testo originale Inglese
Testo tradotto in Italiano
N. Comandamento (o riferimento)
Testo del comandamento (catechismo di Pio X e Bibbia)
1
Love your Maker . . . God.
Ama il tuo creatore .. Dio
(Deuteronomio 6,5) Tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutte le forze
2
Thou shalt not kill . . . includes accidents and war,
Non ucciderai .. incluso incidenti e guerra
5
Non uccidere
3
Love your neighbor.
Ama il tuo prossimo
(Levitico 19,18 + Romani 13,9) Amerai il prossimo tuo come te stesso
4
Let your light shine before men, and all will see your good works, and it will be an honor to
you and your Maker . . . God.
Fai splendere la tua luce davanti agli uomini e tutti vedranno  le tue opere buone e questo sarà un onore per te e per il tuo creatore... Dio
(Matteo 5,16)
Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli
5
Thou shalt not commit adultery
Non commetterai adulterio
9
Non desiderare la donna d'altri
6
Thou shalt not steal,
Non ruberai
6
Non rubare
7
Thou must do as thou wish to be done by.
Agirai come vorresti fosse fatto a te
(Matteo 7,12)
Tutte le cose dunque che volete che gli uomini vi facciano, anche voi dovete similmente farle loro
8
No other god shall be before thee.
Non avrai altro dio davanti a te
1

Io sono il Signore Dio tuo: Non avrai altro Dio fuori di me.
9
Do not take the name of God in vain.
Non usare il nome di Dio invano
2
Non nominare il nome di Dio invano
10
Honor your father and mother.
Onora tuo padre e tua madre
4
Onora il padre e la madre
11
Your body is Gods. Do not misuse it in any way. Do not drink or eat anything that is not food.
Use nothing to harm the body, either inside or out. Wear nothing on the body that harms it or is
of no use.
Il tuo corpo è Dio. Non abusarne in alcun modo. Non bere nè magiare nulla che non sia cibo.
Non usare nulla che lo danneggi, interiormente o esteriormente.
Non indossare nulla che lo danneggi o sia inutile.
6
Non commettere atti impuri
12
God made the heaven and the earth and we must give Him thanks for what he gives us.
Dio fece il cielo e la terra e noi dobbiamo renderGli grazie per ciò che ci ha dato.
3
Ricordati di santificare le feste




QUESTO TESTO E' DEDICATO AL SIGNORE, CHE SI E' INCARNATO NEI GRANDI AVATARS, COME : 

GESU'  SATHYA SAI BABA*
  

* Sai Baba si è incarnato il 23 Novembre 1926 a Puttaparthi, un villaggio nella regione dell'Andra Pradesh nel centro-sud dell'India. Ha lasciato il corpo il 24/4/2011. Ha decine di milioni di devoti in tutto il mondo. Opera ogni sorta di miracolo. Ha realizzato ospedali, scuole, villaggi, acquedotti, ecc. per sollevare la condizione dei più disagiati. 
________________________________________________________________



RINGRAZIAMENTI




    Desidero ringraziare il mio amico sensitivo Enzo De Zio per le segnalazioni di articoli utili alla preparazione di questo libro.


NOTA: Gli indirizzi dei links a siti web citati possono cambiare nel tempo.


Se il libro Ti ha interessato fammelo sapere

Vedi anche altre letture spirituali, psicologiche gratis