Gianni Vita


MORIRE E COMUNICARE

I nostri cari non sono "scomparsi"

seduta spiritica


© Prima edizione: 1 giugno 2017

Revisione 1 - 9/6/2017

 

 

INDICE

 

           LA CONDIZIONE DEI DEFUNTI

           LA RICERCA DI CONTATTO

           LE POSSIBILITA' DI CONTATTO

           LE MODALITA'  DI CONTATTO  



 CONCLUSIONI


APPENDICE I  - Medium famosi

APPENDICE II - Citazione

APPENDICE III - Il tempo nell'Aldilà

APPENDICE IV - Confronto attività Terra - Aldilà

BIBLIOGRAFIA




LA CONDIZIONE DEI DEFUNTI


  

    Nel discorrere comune, in occasione di un lutto, sentiamo dire:

    <<è scomparso>>, <<non è più tra noi>>, <<ho perso una persona cara>>, ...

    In realtà il defunto non è scomparso, nè perso, ma ancora con noi: con chi lo ama.

    I defunti, non sono affatto avulsi dalla nostra realtà terrena. Essi vivono in una condizione parallela, ma invisibile a noi, a causa della frequenza vibratoria dei loro corpi e del loro ambiente, come descritto nell'altro mio libro "Morire è bello", nonchè in molti libri elencati in Bibliografia.

    L'Aldilà è costituito da una gradazione di ambienti diversi. Il più infimo è quello infernale (riservato a chi ha rifiutato completamente Dio e l'Amore), ma esso non è necessariamente eterno. Poi c'è una gradazione molto ampia di stati, che vanno da uno stato molto simile a quello terreno a stati sempre più elevati e sottili, dove il corpo gradualmente perde forma e le gioie diventano sempre più divine. Questo modello concilia le concezioni del paradiso di religioni diverse, da quello mussulmano: più sensuale ed antropomorfico, a quello buddista: più  eccelso ed impersonale. Quindi, anche se alcuni "redivivi" descrivono entusiasticamente la loro esperienza come un affaccio sul "Paradiso", essi hanno probabilmente assaggiato solo il mondo astrale superiore, mentre gli stati più alti sono probabilmente assai più entusiasmanti e difficili da sperimentare!

    Lo stato dei trapassati consisterebbe fondamentalmente nell'essersi liberati dal corpo fisico, con tutte le sue limitazioni e difetti (incluse malattie e mutilazioni) e poter vivere ed operare nel corpo astrale, o nei corpi superiori, dimostrando un'età apparente di circa trenta anni. I disincarnati sono liberi dalle necessità della vita materiale, che angustiano gli incarnati, come procurarsi cibo, vestiti, casa, cure mediche e qualsiasi altra necessità,  dato che possono ottenere qualsiasi cosa, col solo richiederla nella loro mente. Anche la compagnia é ideale, perché non sono mescolati con soggetti di ogni livello evolutivo, come avviene sulla Terra, ma automaticamente si trovano in compagnia di entità del loro stesso grado di evoluzione.

    Lo stato astrale non consiste in una eterna contemplazione immobile, o nel famoso "eterno riposo". Nella maggioranza dei casi, é simile a quello terreno, ma assai più felice di quello corporeo, non essendoci le necessità  alimentari, abitative, di riposo, di trasporto, eccetera. L'ambiente in cui ci si trova é normalmente assai più piacevole, con colori e suoni molto più vivaci ed in cui l'Amore é enormemente più  presente che sulla Terra, insomma torneremo nel nostro Paradiso Terrestre.

    I "defunti" si dedicano alle loro occupazioni preferite ed a compiti di assistenza agli incarnati ed a coloro che si affacciano al nuovo ambiente astrale. Essi vengono accolti affettuosamente da parenti ed amici cari che li rassicurano ed introducono nell'Aldilà.

    Oltre lo stato astrale ci sono quello mentale, causale e spirituale, che si elevano sempre più in raffinatezza e santità. Le entità che vi albergano, nonostante possano goderne i privilegi, spesso scendono a livelli inferiori, per aiutare chi si trova nella condizione astrale, o terrena.





LA RICERCA DI UN CONTATTO





      Quanti hanno perso un proprio congiunto o un caro amico spesso, oltre che sentirne la mancanza fisica, si rammaricano di averne perso ogni possibilità di comunicazione. Infatti, anche se molti credono in una sopravvivenza dell'anima, la convinzione comune è che non vi sia possibilità di comunicare con essa.

    In realtà pensare ai nostri cari, parlare con essi ed offrire fiori, preghiere, o altro, in loro memoria, sicuramente ha un effetto su di loro e molti lo credono istintivamente, o per fede; il difficile è ottenere una loro reazione, percepire i loro pensieri e parole.

    Eppure contattare i defunti e specialmente ottenere loro notizie e comunicazioni è possibile ed è una attività praticata in molteplici forme da molto tempo.


LE POSSIBILITA' DI CONTATTO





    Le possibilità di comunicazione sono molteplici, da quelle più usuali, spontanee e soggettive, come la telepatia ed il sogno, a quelle più innovative e specialistiche, che possono richiedere l'aiuto di attrezzature adatte, o di un medium.
       Occorre tener presente che, per comunicare con noi, i defunti devono trovare una modalità compatibile col loro livello vibratorio, che è più elevato del nostro terrestre, oppure devono modificare il loro stato, per rendersi udibili/visibili, prendendo energia da qualche fonte.




        LE MODALITA' DI CONTATTO   





CONCLUSIONI



    I trapassati sono vivissimi e ci sono vicini, solo che noi lo vogliamo: possiamo comunicare con loro!
   Le modalità ed i mezzi sono molteplici, talora spontanei e, se sappiamo cercare e la nostra situazione lo consente, troveremo il mezzo per farlo, senza particolari spese ed in tutta sicurezza.


APPENDICE I

Medium famosi




       Le cronache e la letteratura ci offrono molti esempi di medium famosi in ogni parte del mondo.
    Qui menzioniamo solo alcuni medium veri e propri, quelli che fanno da tramite coi defunti, mentre non includiamo i "channellers", che sono quelli che principalmente canalizzano messaggi di angeli, Guide spirituali, Avatar e Maestri disincarnati. La differenza è sottile, dato che alcuni medium possono fare entrambe le cose.

  • Le tre sorelle Fox: Kate, Leah e Margaret (americane, ca 1830 - 1893) furono le grandi divulgatrici dello spiritismo nel mondo occidentale.

    sorelle Fox
    le sorelle Fox



  • William Eglinton (inglese, 1857 - 1900 ca) medium di professione fin da giovane, produsse fenomeni di materializzazione, teletrasporto, levitazione anche in piena luce ed all'aperto e molti fenomeni di scrittura automatica. Operò in vari paesi europei ed in India e servì anche lo zar.

    William Eglinton
    William Eglinton



  • Arthur Colman (inglese, attivo tra il 1870 ed il 1880) Florence Marryat lo giudica «il più meraviglioso medium a materializzazione che abbia mai incontrato in Inghilterra»


  • Charles Williams (inglese, attivo tra il 1870 ed il 1880) lavorò con straordinari effetti fisici insieme a Frank Herne, trasportando una donna viva (la medium Agnes Guppy) da una casa ad un'altra, distanti 3 miglia.

    Charles Williams
    Charles Williams


  • Daniel Dunglas Home (scozzese 1833 - 1886) uno dei medium più dotati della storia, fu controllato, tra gli altri, da sir William Crooks, famoso fisico e direttore della British Society for Psychical Research.

    Home

    Daniel Dunglas Home


  • Florence Cook (inglese 1856 - 1904) famosa per il suo rapporto con l'entità "Katie King", che materializzò in presenza dello stesso William Crooks.

    Florence Cook e Katie King
    Florence Cook e Katie King
l'entità Katie King fotografata con W.Crookes

l'entità Katie King fotografata con W.Crookes




 

APPENDICE II

Citazione



"Se tu sapessi il mistero immenso del cielo dove vivo,
Se tu potessi vedere e sentire quello che io sento e vedo
in questi orizzonti senza fine
e in questa luce che tutto investe e penetra,
Tu non piangeresti se mi ami!

L'incanto di Dio e delle sue espressioni di sconfinata bellezza
sono ormai parte del mio essere.
Le cose di un tempo, al confronto, sono immensamente piccole e quasi senza colore.
Mi e' rimasto un intenso affetto per te,
una tenerezza che non ho mai conosciuto.
Sono felice di averti incontrato e amato nel tempo;
ma tutto era allora cosi' fugace e limitato.

Ora vivo nella serena e gioiosa attesa del tuo arrivo tra noi:
tu pensami cosi'.
Nelle tue difficolta' richiama alla mente questa meravigliosa casa,
dove non esiste piu' la morte e dove, insieme, ci disseteremo,
nel trasporto piu' intenso e piu' puro, alla fonte inestinguibile della gioia e dell'amore.
Non piangere se veramente mi ami."
(S.Agostino)


 

APPENDICE III

Il tempo nell'Aldilà



Il tempo é una grandezza molto misteriosa e relativa, difficilmente definibile e spiegabile. Sant'Agostino nelle "Confessioni" scrisse: "Che cos'è dunque il tempo? Se nessuno me lo chiede, lo so; se voglio spiegarlo a chi me lo chiede, non lo so più".  Potremmo dire che il tempo é un concetto primario, indefinibile con altri concetti: la misura della successione degli eventi.

Il tempo é anche un concetto ed una grandezza relativa già nella fisica, dato che la teoria della relatività ne indica la variabilità rispetto all'osservatore ed al suo stato di moto.

Abbiamo visto poi, dalle esperienze menzionate, che il tempo nell'Aldilà é diverso rispetto a quello sulla Terra. I disincarnati hanno una sensazione assai diversa del trascorrere del tempo rispetto a noi e non sanno bene come correlare i loro tempi con gli eventi terreni. Ciò accade non solo a causa dell'assenza delle stagioni e dell'alternanza tra giorno e notte nel mondo astrale e superiori, ma soprattutto perché quei mondi sono basati su manifestazioni vibratorie di frequenza superiore alla nostra, tanto più alta quanto più quel mondo  é raffinato. E' esperienza comune quella di chi riceve messaggi medianici dall'Aldilà con indicazioni temporali che risultano molto diverse dalle nostre; ad esempio un avvenimento annunciato come "imminente" si può verificare sulla Terra dopo mesi.  Questo potrebbe conciliarsi con la teoria della relatività  secondo cui chi potesse viaggiare nello spazio a velocità  molto elevata, tornando sulla Terra troverebbe i suoi amici molto più  invecchiati di lui.

La tradizione indiana ci fornisce delle indicazioni su tali differenze di misura: Un giorno dei Deva (Angeli)  é pari ad un anno terrestre.

Un giorno di Brahma (livello molto più elevato)  é pari a 4,32 miliardi di anni terrestri; un secondo di Brahma  é pari a 100.000 anni terrestri.

  

APPENDICE IV

Confronto attività Terra - Aldilà



Riassumiamo qui, in forma tabellare,  le differenze (alcune ovvie, altre meno) tra la situazione sulla Terra e quella dello stato astrale, cioè tra il corpo fisico e l'anima.


Necessità sulla Terra
Situazione nell'Aldilà (stato astrale)
Mangiare: occorre procurarlo e prepararlo
Non necessario; si può fare per piacere; le vivande si creano col pensiero
Vestirsi: per protezione, privacy ed eleganza
Non necessario: non ci sono stagioni; il clima appare costante e piacevole; l'anima non ha forma, né sesso, nè razza; l'entità può assumere aspetto ed abito, col pensiero, per farsi riconoscere
Avere casa: per luogo in cui dormire, proteggersi e tenere le proprie cose
Non necessaria: non esiste notte; l'anima non ha bisogno di dormire, proteggersi, né tenere alcunché.
Se desiderata può crearsi, col pensiero, una casa per proprio piacere
Lavorare, per guadagnarsi da vivere e per realizzarsi
Il lavoro non è necessario per vivere, dato l'anima non ha necessità. Conseguentemente non si usa denaro, non si vende e non si compra. Si lavora comunque, volontariamente, per evolvere
Lavarsi, curarsi igienicamente ed esteticamente, fare esercizi fisici
Non necessario: l'anima non ne ha bisogno
Curarsi
Non serve: l'anima non si ammala e resta (apparentemente) sempre giovane, nella fascia dei trenta anni.  Il corpo  astrale (involucro più basso dell'anima) muore solo per  lasciare  posto  al  corpo mentale e così via, man mano che l'entità evolve
Riprodursi
Nell'Aldilà non ci si riproduce; la riproduzione è solo la costruzione di corpi fisici, che vengono generati sulla Terra e messi a disposizione di anime desiderose di incarnarsi
Disporre di mezzi di trasporto
Non necessari: l'anima può "recarsi" ovunque ed istantaneamente, con la sua sola decisione
Conoscere lingue
Non necessario: nell'Aldilà si comunica telepaticamente, senza la mediazione degli idiomi
Fare amicizie
Non necessario nel senso terrestre: si incontrano spontaneamente entità familiari, ex compagni di vite precedenti, entità dello stesso livello evolutivo e Maestri che scendono da piani più elevati per aiutarci
Difendersi da malintenzionati
Dato che nell'Aldilà non ci sono proprietà private e l'anima è immortale, non c'è la necessità di proteggersi da ladri, assassini, ecc. La difesa da entità basse è assicurata dal livello di esistenza: entità basse non possono salire a livelli superiori, a meno che  il soggetto non scenda esso stesso a livelli inferiori, a causa di propri difetti. Tantomeno vi sono divisioni in razze, tribù o nazioni, nè guerre o rivalità.
Studiare
Nello stato astrale si può studiare a volontà: vi sono scuole di ogni ordine e grado e biblioteche sterminate
Avere radio, Tv, CD, DVD, ecc
Non servono: Nel mondo astrale ci sono cinema, teatri e spettacoli dal vivo a volontà, con accesso continuo e gratuito, realizzati da coloro che avevano queste passioni anche sulla Terra. Perciò potremo rivedere, risentire ed incontrare i nostri beniamini, di cui eravamo fans.
Impegni molteplici
Riassumendo, l'anima NON ha bisogno di impegnarsi nelle attività che assorbono grandissima parte del tempo sulla Terra: dormire, lavorare, curare il corpo fisico, mangiare, viaggiare. Può concentrare i suoi impegni, dedicandosi a : studiare, aiutare entità incarnate e disincarnate, divagarsi, amare.
Il tempo scorre a velocità superiore rispetto alla Terra
Amare
L'AMORE è esaltato sempre più quanto più si sale nei livelli dell'Aldilà. Esso perde l'eventuale connotazione  sessuale e massimizza quella energetica, in tutti i rapporti




Se il libro Ti ha interessato fammelo sapere

Se vuoi leggere altri libri gratis on line, vai a: redazionevita.altervista.org



BIBLIOGRAFIA



Aivanhov, Omraam Mikhail - "La morte e la vita nell'Aldilà - Prosveta - Fréjus Cedex (FR), 1987

Akehurst, Ken e Roberts, G. M. - "Il mondo invisibile" - Sperling & Kupfer - Milano,  gratis on-line

Alexander, Eben - "Milioni di farfalle" - Mondadori - Milano, 2013
 
Altea, Rosemary  - "Una lunga scala fino al cielo" - Sperling & Kupfer - Milano, 1996

 Altea, Rosemary  - "Spirito libero" - Sperling & Kupfer - Milano, 1997

 Altea, Rosemary  - "I miracoli accadono" - Sperling & Kupfer - Milano, 2010

 Arya, P.P. - "Sai Baba and moksha" - Professional Media House - Delhi, India, 1999

 Atwater, Phyllis - "Ritorno alla vita" - Armenia - Milano, 1990

 Bailey, Alice - "Morte, la grande avventura" - gratis on-line

 Barbanell, Maurice - "Betulla d'argento" (sintesi gratis on line)

 Barker, Emma - "La vita dopo la morte- Che cosa ci attende nell'aldilà  - Hermes (Mediterranee) - Roma, 2001

 Bethards, Betty - "There is no death" - Inner Light Foundation - Hillsboro, OR, USA, 2002

Bivolaru, Gregorian - "Come fanno l'amore nel mondo astrale?" - gratis on-line

 Boni, Cesare - "Dove va l'anima dopo la morte" - Amrita - Giaveno (To), 2008

 Borgia, Anthony - "La vita nel mondo invisibile" - gratis on-line

 Borgia, Anthony - "More about life in the world unseen" - gratis on-line

 Browne, Sylvia e Harrison, Lindsay - "La vita nell'aldilà  Viaggio oltre l'esistenza terrena" - Oscar Mondadori  - Milano, 2002

Brune, Francois - "I morti ci parlano" - v. stralcio in:
http://forum.cosenascoste.com/paranormale/34178-dopo-il-trapasso-composizione-e-nozioni-di-esistenza-nell-aldila.html

Cannon, Dolores - "La vita dopo la morte" - 3 interviste on-line

Cerchio Firenze 1977 - "Oltre il silenzio" - Mediterranee - Roma, 1984

Clarke, Michel - "I misteri dell'aldilà  - Solemar Ed. - Napoli, 2010

Cooke, Ivan & Grace - "Il libro dell'Aldilà" di A. Conan Doyle - 1931

Delacour, Jean-Baptiste - "Di ritorno dall'aldilà  - Longanesi - Milano, 1977

 Elsaesser-Valarino, Evelyn - "Straordinarie esperienze" - e-book kindle gratis da Ed. Stazione celeste - Barzanò 2014

 Fenwick, Peter & Elizabeth - "The art of dying" - Continuum - London, 2008

 Fenwick, Peter & Elizabeth II - "The truth in the light" - White crow books - Guildford UK, 1996

 Findlay, J., Arthur - "Sulla soglia del mondo eterico" - Tipografia "Dante" - Città della Pieve, 1935

Foglia, Serena - "Il nostro angelo custode" - Rizzoli - Milano, 1995

 Ford, Arthur & Ellison, Jerome - "Dopo la morte" - Mediterranee - Roma, 2000

 Ghooi, Charanjit - "Spirituality and health" - Sri Sathya Sai Books and publication Trust - Prashanthi Nilayam, India, 1999

 Giacobbo, Roberto - "Aldilà - Mondadori - Milano, 2011

Goldberg, Bruce - "Past lives, future lives" - Ballantine books - New York, 1988

 Guggenheim, Bill & Judy - "Voci dal cielo" - Sperling & Kupfer - Milano 1998

  Kubler-Ross, Elisabeth - "La morte e la vita dopo la morte"- Mediterranee - Roma, 1991

 
 Leadbeater, Charles W. "La vita dopo la morte"gratis on line

 Leadbeater, Charles W. "Gli aiutatori invisibili" -  gratis on line

 Long,  Jeffrey - "Esiste un posto bellissimo" - Mondadori - Milano, 2013

 Madre Meera - "Risposte ParteI" - Amma Meera - Oberdorf. 1991

  Markides, Kiriacos  - "Il mago di Strovolos" - Il punto d'incontro - Vicenza, 2004

 Markides, Kyriacos  - "Omaggio al sole" - Il punto d'incontro - Vicenza, 2004

 Markides, Kyriacos  - "Fuoco nel cuore" - Il punto d'incontro - Vicenza, 1995

Marryat, Florence - "La morte non esiste" - ("There is no death": scaricabile in pdf), 1891

 Moody, Raymond I - "La vita oltre la vita" - Oscar Mondadori - Milano, 1977

 Moody, Raymond  - "La luce oltre la vita" - Oscar Mondadori - Milano, 1989

 Moody, Raymond  - "Ricordi di altre vite" - Oscar Mondadori - Milano, 1990

 Morse, Melvin  - "Visioni di congedo" - Sperling & Kupfer - Milano, 1997

 Morse, Melvin  - "A Near-Death Experience in a Seven-Years-Old Child" - The American Journal of the Disabled Child - vol 137

 Muldoon, Sylvan & Carrington, Hereward - "La proiezione del corpo astrale" - Astrolabio - Roma, 1978

 Murphet, Howard - "Beyond death, the undiscovered country" - The theosophical society in America - Wheaton, Ill, USA , 1990

 Newton, Michael - "Ricordi dell'Aldilà - Armenia - Milano, 2011

 Noyes, Russel & Kletti, Roy - "Panoramic memory: a response to the threat of death"  - Omega, 1977

Nucleo Piccola Fraternità - "i due mondi si riuniscono" - Musidea - Roma, 1999

 Ober, Norman - "Anita's heaven" - Blooming Twig Books, 2006

 Orlando, Federica - "Il libro degli angeli" - Bookstore - Santo Stefano di Magra (SP), 2010

 Osho (Rajneesh) - "La mezza età  un nuovo inizio" - Edizioni del cigno - Peschiera del Garda (VR), 1998

 Osis, Karlis & Haraldsson, Erlendur - "Quello che videro nell'ora della morte" - Armenia - Milano, 1979

 Ostaseski, Frank - "Saper accompagnare" - Oscar Mondadori - Milano, 2006

 Piccola Eternità  College (Nucleo) - "I due mondi si riuniscono" - Musidea - Roma, 1999

 Piper, Don - "90 Minuti in Paradiso" - Macrolibrarsi

 Prieur, Jean - "La premonizione e il nostro destino" - Mediterranee - Roma, 2001

 Rampa, T.Lobsang - "I segreti dell'aura" - Astrolabio - Roma, 1975

 Rampa, T.Lobsang  - "Il terzo occhio" - Milano, 1958

 Rank, Otto - "Il trauma della nascita. Sua importanza per la psicoanalisi" - SugarCo - 1990

 Rawlings, Maurice - "Beyond Death's door" - Bantam books - New York, 1979

 Rigoni, Mario - "Intervista con l'Arcangelo" - Edizioni Stazione Celeste - 2011 estratto gratuito on-line

 Ring, Kenneth  - "Life at death" - McCann, Coward & Geoghegan - New York, 1980

  Ring, Kenneth & Elsaesser-Valarino, Evelyn   - "Insegnamenti dalla luce - Mediterranee - Roma, 2001

 Ritchie, George & Sherrill, Elizabeth - "Ritorno dall'Aldilà - EUN - Marchirolo (Va), 1985

Rizzo, Italia "Sorella Morte" - articolo gratuito on-line

 Rocha, A. & Jorde, K. - "Figlia della luce" - Sperling & Kupfer - Milano, 1997

 Rosati, Giancarlo - "Il mistero dell'Aldilà - Milesi - Modena, 1997

 Sabom, Michael - "Dai confini della vita" - Longanesi - Milano, 1982

 Scarrica, Francesca - "La scienza che ha dimostrato l'aldilà   gratis on line

 Schlotterbeck, Karl - "Living your past lives" - Ballantine books - New York, 1987

 Sherman, Harold - "Vivrai dopo la morte" - Armenia - Milano, 1999

 Splendore, Carlo - "La vita nelle sfere astrali" - gratis on-line

 Steiner, Rudolf - "La scienza occulta nelle sue linee generali" - Editrice antroposofica - Milano, 1985

 Swedenborg, Emanuel - "Cielo e inferno" - Mediterranee - Roma, 1988

 Van Lommel, Pim - rivista scientifica "The Lancet" (Olanda)  - 2001 e segg.

Verny, Thomas - "Vita segreta prima della nascita" - Mondadori - Milano, 1981

Visini, Giovanna - "Il rebirthing transpersonale" gratis on line

 Vita, Paolo  - "La vita pare normale" - Soham - Roma, 2008 on-line

 Vita, Paolo - "Conversazioni con l'Io" - Soham - Roma, 2009 - ora disponibile anche gratuitamente on-line

 Vita, Paolo - "Morire è bello" - Redazione Vita - Roma 2011 - disponibile anche gratuitamente on-line

 Vita, Paolo - "Reincarnando s'impara" - Soham - Roma, 2010 - ora disponibile anche gratuitamente on-line

Volante, Loredana e Limonati, Pino - "Il Rebirthing, respiro e crescita personale" - Xenia. Anche: http://www.raggiodiluce.it/Rebirthing.asp

Von Jankovich, Stefan - "Vi racconto la mia morte: la più bella esperienza della mia vita" - Mediterranee - Roma, 1985

Walsh, Neale Donald - "Conversazioni con Dio", libro III - Sperling & Kupfer - Milano, 2001

Wambach, Helen  - "Vita prima della vita" - Mediterranee - Roma, 1991 -vedi anche: http://www.halexandria.org/dward433.htm

Wambach, Helen  - "Rivivere vite passate" - Club degli editori - 1980

Ward, Suzanne - "Matthew, parlami del paradiso" - Macro edizioni - Diegaro di Cesena (FC), 2005

Weiss, Brian - "Molte vite, un solo amore" - Mondadori - Milano, 1996

Weiss, Brian  - "Messaggi dai Maestri" - Mondadori - Milano, 2000

Weiss, Brian  - "Oltre le porte del tempo" - Mondadori - Milano, 1999

Weiss, Brian  - "Molte vite, un'anima sola" - Mondadori - Milano, 2007

Weiss, Brian & Ami  - "I miracoli accadono"- Mondadori - Milano, 2012

Whitton, Joel  & Fisher, Joe - "Vita tra le vite" - Armenia - Milano, 1988

Williston & Johnstone - "Discovering your past lives" - Thorsons - London, 1995

 Wilson, Ian - "Al di là della vita" - Sperling & Kupfer - Milano, 1989

 Woodward, Mary Anne - "Edgar Cayce's story of karma" - Berkley books - New York, 1972

Yogananda, Paramahansa - "Autobiografia di uno yogi" - Astrolabio - Roma, 1971

Yogananda, Paramahansa - "Where there is light" - Self Realization Fellowship - Los Angeles, 1988

Yogananda, Paramahansa - "L'eterna ricerca dell'uomo" - Astrolabio - Roma, 1980

Zammit, Victor J. - "A lawyer presents the case for the Afterlife" gratis on line



NOTA: Gli indirizzi dei siti web e quelli  di posta elettronica citati possono cambiare nel tempo.

 

QUESTO TESTO E' DEDICATO AL SIGNORE, CHE SI E' INCARNATO NEI GRANDI AVATARS, COME : 

GESU'  

SATHYA SAI BABA*

  

     * Sai Baba si é incarnato il 23 Novembre 1926 a Puttaparthi, un villaggio nella regione dell'Andra Pradesh nel centro-sud dell'India. Ha lasciato il corpo il 24/4/2011. Ha decine di milioni di devoti in tutto il mondo. Opera ogni sorta di miracolo. Ha realizzato ospedali, scuole, villaggi, acquedotti, ecc. per sollevare la condizione dei più disagiati.



Servizio di guest blogging